"Quasi senz'acqua da cinque giorni", da Carrassi si moltiplicano segnalazioni e richieste d'intervento

Situazione complicata in via Monfalcone e via Buccari. Una residente riferisce dei problemi quotidiani per lavarsi ed effettuare i servizi quotidiani in casa: "Non ce la facciamo più"

""Da cinque giorni siamo in grossa difficoltà e non sappiamo come andare avanti": è l'appello di una mamma, residente in via Monfalcone, nel quartiere Carrassi di Bari, dove nella zona all'incrocio con via Buccari diversi appartamenti convivono, da quasi una settimana, con problemi di approvigionamento dell'acqua. In particolare, le difficoltà riguardano una palazzina di sei piani con 18 appartamenti ma anche l'intero isolato. Le segnalazioni, però, provengono a macchia di leopardo anche altre zone di un rione spesso in difficoltà per le forniture idriche. Al momento non è ancora chiaro quale sia il problema, se vi siano rotture, se si sia trattato delle croniche mancanze rilevate dai cittadini oppure ancora di disservizi provocati da impianti e condutture vetuste.

"Ho contattato direttamente Emiliano"

In via Monfalcone, intanto, c'è chi ha contattato istituzioni e Aqp: "La pressione idrica è bassissima - racconta la donna a BariToday -  e ci risulta davvero difficile organizzarci ogni giorno per le faccende di casa. Anche una doccia o una lavatrice diventano complicate, specie d'estate. L'acqua dovrebbe arrivare la mattina all'alba, ma da un po' di giorni non è più così". L'inquilina risiede al secondo piano di uno stabile sprovvisto di autoclave condominiale e quello individuale spesso non basta, soprattutto in questi giorni. La cittadina ha così contattato dapprima le pagine fb del sindaco Antonio Decaro e parlato con il suo staff, quindi si è rivolta direttamente al governatore Michele Emiliano, chiamandolo sul numero che da tempo ha messo a disposizione per ricevere segnalazioni dai cittadini. Tramite quest'ultimo, ha potuto interloquire con un dirigente di Aqp: "Mi è stato detto - conclude la donna - che nei prossimi giorni effettueranno controlli. Mi auguro che si possa risolvere il problema quanto prima perché non ce la facciamo più". L'auspicio dei residenti è quello di vedere la questione risolta in pochi giorni, per tornare quantomeno alla normalità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

Torna su
BariToday è in caricamento