Mercato del pesce, consegnate le chiavi agli ambulanti dell’ex Galleria

Dopo le polemiche sui ritardi, la struttura finalmente pronta per l'apertura. L'assessore alle Attività economiche Franco Albore: "Siamo contenti, da oggi inizia il trasferimento del materiale commerciale"

Tutto pronto. Sono state consegnate stamattina agli ambulanti le chiavi della nuova ala  del ‘mercato del pesce’ di piazza Ferrarese, dove saranno allocati i commercianti della ex Galleria Cavour. L’apertura sarebbe dovuta avvenire a fine luglio, una volta che i tecnici avevano ultimato le operazioni di restauro di parte dell’immobile, a cui presto sarà dato il nome di ‘mercato San Nicola’. Ma la calura agostana ha rallentato le procedure e così Michele Emiliano ha dovuto ordinare agli uffici amministrativi di accelerare le pratiche. “Oggi abbiamo dato loro tutto il necessario per iniziare a trasferire il materiale commerciale – annuncia Franco Albore, assessore al Commercio”. “Non abbiamo voluto prevedere una inaugurazione ufficiale, se ci sarà tempo la faremo quando tutto sarà sistemato e i commercianti avranno riavviato in modo definitivo la loro attività commerciale”.

Gli ambulanti della ex Galleria Cavour stanno quindi per tornare a lavorare dopo che l’amministrazione comunale decise di rimuovere la  struttura proprio su corso Cavour. Il mercato rimarrà aperto fino mezzanotte, anche se la vendita riguarderà solo i prodotti multietnici e non quelli alimentari. Gli ambulanti, in precedenza, avevano rifiutato ogni possibile alternativa a quella di piazza Ferrarese. In un primo momento si era presentata la possibilità del trasferimento presso i mercati rionali di Madonnella e Libertà. Ma dopo un tira e molla con l’amministrazione si è giunti a questo accordo, che lascia interdetti alcuni commercianti ortofrutticoli presenti nella struttura del mercato. “Qui la gente viene a comprare frutta e verdura, cosa c’entrano ora i bracciali e le bandiere?”, afferma un venditore. “Bari Vecchia – conclude – la stanno trasformando, chissà se fra qualche anno staremo ancora qui!”.

Sulla eventualità di un mercato diffuso, con gazebi disposti qua e là per la città, Franco Albore precisa che si tratta di una decisione  che potrà essere assunta solo dal consiglio: “Qualora ci dovesse essere questa esigenza, sarà l’assise comunale a doversi pronunciare: per il momento iniziamo ad inaugurare questa struttura, che a noi sembra adeguata a soddisfare le esigenze degli ambulanti”.
 

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

Torna su
BariToday è in caricamento