Molti ingressi chiusi e disagi per i divieti, protesta al mercato di Santa Scolastica: interviene il sindaco Decaro

Il primo cittadino ha parlato con diversi mercatali: nei giorni scorsi aveva rimarcato la necessità di tenere aperte le strutture per non sovraccaricare supermercati e minimarket della città

Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha incontrato questa mattina gli operatori del mercato di Santa Scolastica, nel quartiere Carrassi, a seguito di una protesta avvenuta in mattinata sulla situazione dopo le disposizioni legate all'emergenza coronavirus, che, secondo i commercianti, starebbero penalizzando notevolmente l'afflusso di clienti e cittadini. Nelle prime ore della mattinata vi è stato uno scambio acceso tra mercatali e Polizia locale che presidia gli unici due ingressi (su 5) attualmente aperti e presidiati dai vigili.

Nei giorni scorsi tre accessi erano stati chiusi per contingentare e regolamentare gli accessi e far rispettare il divieto di assembramenti: una modalità che avrebbe scontentato numerosi operatori, i quali si sarebbero sentiti anche penalizzati rispetto ad altri.

Il primo cittadino ha parlato con diversi mercatali: nei giorni scorsi aveva rimarcato la necessità di tenere aperte le strutture per non sovraccaricare supermercati e minimarket della città, a patto però che si rispettino le misure anti-assembramento: in caso contrario non sarebbe garantita la sicurezza, con il rischio di una chiusura dei mercati rionali, al momento scongiurata. Da parte del Comune, infatti, c'è la volontà, attenendosi alle norme di distanziamento sociale, di tenere comunque aperti i mercati per tutelare gli operatori e dare ai cittadini una possibilità in più (spesso conveniente) per fare la spesa. Dal sindaco è arrivata la proposta di aprire a rotazione gli ingressi, in modo da non creare sfavoritismi tra i mercatali e allo stesso tempo non dislocare troppi vigili urbani nell'area di Santa Scolastica, a presidio degli ingressi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo chiedendo a tutti dei sacrifici - ha poi affermato Decaro -, consapevoli che le difficoltà sono tante. Ma è importante che tutti rispettino in questo momento le regole e che collaborino, tanto i cittadini quanto gli operatori mercatali. Ho creduto giusto, quindi, questa mattina andare personalmente al mercato per difendere l'operato gli agenti della Polizia locale che in questo momento sono esposti quotidianamente per tutelare la nostra sicurezza. Abbiamo più pattuglie al giorno presso gli ingressi dei mercati cittadini, perché abbiamo scelto di non chiuderli, per avere il maggior numero possibile di punti vendita generi alimentari aperti in modo da evitare assembramenti e per garantire agli operatori di continuare a lavorare e offrire ai cittadini la possibilità di continuare a fare la spesa tra i banchi dei nostri mercati dove i prezzi sono più bassi. Ma chiediamo - ha aggiunto - la stessa collaborazione agli operatori che in questa situazione dovrebbero ringraziare la Polizia Locale non contestarla. Ho chiesto a tuuti la massima collaborazione, con la possibilità di condividere una soluzione sulle aperture dei vari ingressi a periodi alternati in modo che tutti abbiano le stesse possibilità. Non è questo il momento di creare nuove tensioni" ha concluso il sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aggiornato 18.28

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commando assalta tir pieno di prodotti alimentari e sequestra autista: caccia ai malviventi

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Lutto nel mondo dello spettacolo: è morta Matilde Lomaglio, volto barese della tv negli anni '80

  • Stroncato dal coronavirus a 44 anni: l'addio di amici e colleghi per Luca Tarquinio Coletta, 'gigante buono' della Multiservizi

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

Torna su
BariToday è in caricamento