giovedì, 24 aprile 15℃

"Sì alla cura Di Bella", giudice accoglie il ricorso di un malato di cancro

Il Tribunale di Bari dà ragione ad un paziente che chiede di essere curato con la terapia alternativa messa a punto dal medico Luigi Di Bella tra il 1997 e il 1998. Ma la Asl annuncia ricorso: "Non ha validità scientifica"

Redazione27 febbraio 2012
2

La Asl di Bari dovrà garantire l'erogazione immediata e gratuita della terapia Di Bella ad un paziente malato di cancro. A stabilirlo è stato nei giorni scorsi il giudice della sezione del Lavoro del Tribunale di Bari, accogliendo il ricorso presentatno da un uomo affetto da tumore che chiedeva di poter esser curato attraverso la terapia alternativa messa a punto dal medico catanese tra il 1997 e il 1998.

La sentenza, tuttavia, ha subito provocato la reazione della Asl di Bari, che ha annunciato di aver  di aver dato mandato ai legali dell'Azienda sanitaria locale per opporsi alla decisione del giudice. "Parlo innanzitutto da medico - ha spiegato all'Ansa il direttore generale Domenico Colasanto - io non credo al metodo Di Bella, non ci sono mai stati i presupposti scientifici per ritenerlo valido".

La maggior parte della sanità italiana, infatti, non riconosce come efficace il metodo Di Bella. Nel 1999 una sperimentazione condotta dal Ministero della Salute ne sancì "l'inefficacia terapeutica". Ciononostante nel corso degli anni sono nate numerose associazioni, composte soprattutto da pazienti e loro familiari, ma anche da medici, che sostengono invece la validità della cura.

Annuncio promozionale

Tuttavia Colasanto precisa che al paziente non saranno negate le cure, e la Asl si attiverà per trovare un medico disposto a somministrare la terapia alternativa a base di somatostatina: "Noi non neghiamo mai le cure, ora penso faremo quello che ha disposto il giudice. Ma è giusto, da amministratore di cosa pubblica, che mi opponga all'applicazione di una terapia che non ha rilievo scientifico".
 

sanità
sentenze

2 Commenti

Feed
  • Avatar di fiorellino fiorello

    fiorellino fiorello INCREDIBILE, INCREDIBILE, INCREDIBILE!!!
    Incredibile che si voglia far passare l' idea che un giudice possa sostituirsi al medico.
    Non sa il sig. Marino che i giudici, dato che sono tenuti ad arbitrare praticamente ogni sfaccettatura del vivere quotidiano, e che non possono essere onniscenti, si avvalgono di periti esperti ( in questo caso un oncologo che a valutato la cartella clinica ed a accertato il miglioramento del paziente) e che vanno sotto ilnome di CTU

    Incredibile e che ancora ci si voglia parare dietro la sperimentazione-truffa del '98 deleggitimata da almeno una dozzina di gravi anomalie documentate anche dai NAS (come incompleta somministrazione dei farmaci, 3 anziche 7 o in misura di un quindo rispetto al prescritto, o scaduti ecc. La lista delle anomalie si puo vedere qui: http://www.sconfiggereilcancro.it/metodo-di-bella/sperimentazione-mdb.html )
    Sperimentazione smentita da:
    1) decine di migliaia di pubblicazioni che attestano l' efficacia di ogni singolo componente del metodo e il loro sinergismo quando usati insieme (a meno di non credere che singolarmente abbiano effetti antitumorali e assieme non ce li abbiano più)
    2) Centinaia di casi pubblicati su riviste mediche peer review da G. Di Bella e colleghi e accessibili tramite la piu importante banca dati mondiale che è pubmed.org e che attestano l' efficacia e la non tossicità del metodo (in questo sito sono raccolti i vari link alle pubblicazioni: http://www.sconfiggereilcancro.it/metodo-di-bella/pubblicazioni-mediche.html )
    3) moltissime testimonianze reperibili dal sito http://www.dibellainsieme.org/home.do e dal gruppo facebook MDB (Metodo Di Bella)DALCANCRO SI PUO GUARIRE!
    http://www.facebook.com/groups/metododibellaitalia/?bookmark_t=group

    Incredibile è che si voglia sostenere la tesi della terapia efficace riferendosi alla chemio quando vengono ampiamente sbugiardati da:
    1) se la chemio è cosi efficace perche, dove è possibile, l' approcio primo è sempre la chirurgia (nei tumori solidi)? E dove questa non è possibile si parla solo di un prolungamento di soppravvivenza (ma con quale qualità della vita?)?
    2) Un lavoro condotto su oltre 200 mila pazienti non suscettibili di operazione ha sentenziato che la chemio concorre al raggiungimento dei fatidici 5 anni solo in una quota di poco superiore al 2% e altri studi hanno registrato alti tassi di tossicita e morte iatrogena http://www.sconfiggereilcancro.it/chemioterapia/statistiche-ufficiali.html
    3) E' davanti a tutti la vera efficacia di queste cure comprovate...basta guardarsi attorno, amici, parenti conoscenti e tirar le somme.

    il 28 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Marco

    Marco Lasciate ai pazienti la scelta di curarsi come vogliono. Non ci sono prove scientifiche della validità della "cura Di Bella"? Benissimo, al contrario conosciamo bene i gravi effetti collaterali che ha la chemioterapia!

    il 27 febbraio del 2012