In autunno il nuovo Centro Permanenza e Rimpatrio migranti a Palese: "Bari prima in Italia"

La struttura sorgerà sull'attuale Centro di Identificazione ed Espulsione, ristrutturato e adeguato alle nuove normative: avrà complessivamente 126 posti

Il primo Cpr, Centro di Permanenza per il Rimpatrio dei migranti, sarà attivato nei prossimi mesi, probabilmente in autunno, a Bari-Palese. La struttura sostituirà l'attuale Cie (centri di identificazione ed espulsione). Il capoluogo pugliese è tra le 10 località scelte dal Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione, per le quali serve l'ok da parte delle Regioni. Il Cpr di Palese potrà avere 126 posti: i lavori di ristrutturazione sono terminati e sarà emanato, a breve, il bando per la gestione. Complessivamente, in tutta Italia, le strutture avranno una capienza complessiva di 1600 posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxitamponamento a catena sulla Statale 16 a Palese: diversi feriti, traffico in tilt

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

Torna su
BariToday è in caricamento