In autunno il nuovo Centro Permanenza e Rimpatrio migranti a Palese: "Bari prima in Italia"

La struttura sorgerà sull'attuale Centro di Identificazione ed Espulsione, ristrutturato e adeguato alle nuove normative: avrà complessivamente 126 posti

Il primo Cpr, Centro di Permanenza per il Rimpatrio dei migranti, sarà attivato nei prossimi mesi, probabilmente in autunno, a Bari-Palese. La struttura sostituirà l'attuale Cie (centri di identificazione ed espulsione). Il capoluogo pugliese è tra le 10 località scelte dal Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione, per le quali serve l'ok da parte delle Regioni. Il Cpr di Palese potrà avere 126 posti: i lavori di ristrutturazione sono terminati e sarà emanato, a breve, il bando per la gestione. Complessivamente, in tutta Italia, le strutture avranno una capienza complessiva di 1600 posti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento