Minacce con un'arma per impedire controlli ai computer della sala scommesse: arrestati due fratelli

In manette sono finiti Angelo e Massimo Dedamiani, accusati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, aggravato dall'uso di un'arma. L'ordinanza è stata emessa dal Gip di Bari su richiesta della Procura del capoluogo

Avrebbero, usando un'arma e con la minaccia di danni ai familiari, impedito a funzionari ispettori dell'Agenzia Dogane e Monopoli di effettuare controlli ai terminali di una sala scommesse di Bitonto, gestita da uno di loro: per questa ragione, i Carabinieri hanno arrestato i fratelli Angelo e Massimo Dedamiani, accusati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, aggravato dall'uso di un'arma. L'ordinanza è stata emessa dal Gip di Bari su richiesta della Procura del capoluogo ed è stata eseguita nella Questura di Taranto dove i fratelli Dedamiani si erano presentati dopo l'emissione del provvedimento di Latitanza. 

La vicenda risale a maggio 2018 quando, nel corso di una verifica amministrativa in una sala scommesse di Bitonto, i funzionari delle dogane sarebbero stati minacciati e costretti a redigere un falso verbale. I computer, la cui presenza nella sala scommesse era stata rilevata anche in seguito a un'altra verifica di GdF e Carabinieri con verbale nel quale si constatava l’ idoneità alla connessione telematica per siti di gioco on line, non sono stati però rinvenuti in occasione dell’esecuzione delle operazioni di perquisizione e sequestro disposte immediatamente dopo dalla Procura. Di quì ulteriori indagini e l'ordinanza del gip che ha portato all'arresto dei due.

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • 5 benefici per chi cammina in riva al mare

  • La Tiella di Patate Riso e Cozze

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Si sente male in vacanza in Salento, ricoverata da Lecce a Bari: muore bimba di un anno

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Ragazzo di 17 anni trovato morto in casa a Monopoli, decesso per cause naturali. Indaga la Polizia

  • Si staccano pietre da Lama Monachile e finiscono in mare, stop ai bagni accanto alla parete rocciosa

  • Picchia cliente con una spranga dopo una lite, arrestato esercente: questore chiude negozio in piazza Moro

Torna su
BariToday è in caricamento