"Datemi i soldi o distruggo la chiesa": minacce a parroco e fedeli di San Ferdinando, arrestato 31enne

L'uomo, un cittadino tunisino, è stato fermato dai carabinieri: per tre anni avrebbe messo in atto intimidazioni e minacce di morte per estorcere denaro, arrivando a millantare rapporti con l'Isis

"I soldi o distruggo la chiesa". Minacce rivolte al parroco di San Ferdinando, ma anche ai fedeli della parrocchia, con l'obiettivo di estorcere denaro. Per tre anni l'uomo - un 31enne tunisino, arrestato dai carabinieri - in più occasioni si sarebbe reso responsabile delle intimidazioni, arrivando anche a minacciare di morte le vittime e a millantare contatti con l'Isis per spaventarle e indurle a consegnare somme di denaro.

Le indagini, coordinate dal pm Giuseppe Dentamaro, da cui è scaturita l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Marco Galesi, sono partite proprio dalla denuncia del parroco della chiesa di via Sparano. 

Le minacce, rivolte al sacerdote, ma anche al viceparroco, al sacrista, e agli stessi parrocchiani, avrebbero avuto come obiettivo quello di ottenere il denaro. Dal 2014 al 2017 il 31enne avrebbe portato avanti le sue intimidazioni, creando grande allarme nella comunità parrocchiale, fino alla denuncia dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Allarme bomba in piazza Moro, trovato borsone sospetto: l'area è stata transennata

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

Torna su
BariToday è in caricamento