"Il 2 novembre è arrivato e devi morire": minaccia l'ex collega, arrestato 48enne

L'uomo, con precedenti penali, è stato bloccato dalla Polizia a Bitonto: avrebbe vessato la sua vittima da oltre un anno, intensificando lo 'stalking' negli ultimi mesi

La Polizia ha arrestato un 48enne di Bitonto accusato di atti persecutori nei confronti di una ex collega di lavoro. L'uomo, con precedenti di polizia, avrebbe minacciato la donna fin dall'anno scorso quando venne già colpito da un avviso di conclusione di altre indagini già avviate a suo carico. Il 48enne, però, avrebbe continuato a vessare la vittima minacciandola di morte con sempre maggiore frequenza, creando una specie di macabro conto alla rovescia avendole anticipato che "..…il 2 novembre è arrivato e devi morire…". Gli agenti del Commissariato bitontino hanno quindi raccolto ulteriori elementi a carico del 48enne: il gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura, ha poi emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell'uomo, condotto poi nel carcere di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento