Donna morta a Japigia dopo una lite in casa, convalidato l'arresto per il compagno 44enne

Proseguono le indagini sulla morte di Anita Beata Rzepecka, deceduta lunedì per le gravi ferite riportate. Disposta l'autopsia sul corpo della 31enne polacca

Omicidio volontario aggravato aggravato da futili motivi: è l'accusa di cui dovrà rispondere Marian Sima 44enne cittadino rumeno senza fissa dimora, il cui arresto è stato convalidato ieri mattina dal Gip del Tribunale di Bari, Francesco Agnino, su richiesta della pm  Savina Toscani della Procura di Bari. L'uomo è ritenuto responsabile della morte della compagna, Anita Beata Rzepecka, 31 anni, deceduta lunedì scorso per le conseguenze, secondo gli inquirenti, di una caduta dopo una violenta discussione avvenuta in un casolare sul Lungomare Di Cagno Abbrescia, dove i due dimoravano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini: disposta l'autopsia sul corpo della 31enne

In base alla ricostruzione delle forze dell'ordine, il 44enne avrebbe colpito con numerosi schiaffi la compagna che sarebbe caduta a terra riportando un gravissimo trauma cranico. La donna sarebbe stata lasciata per terra fino alle 23 quando è stata notata da un coinquilino al rientro nell'abitazione. Quest'ultimo ha contattato il 118: la 31enne è stata trasportata in condizioni gravissime all'ospedale Di Venere dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico per la riduzione di un vasto ematoma cerebrale e quindi ricoverata nel reparto di rianimazione. Nonostante le cure, però, la donna è deceduta 24 ore dopo. Sull'episodio sono state avviate indagini anche attraverso la raccolta di numerose testimonianze. Anita Beata avrebbe subito costanti vessazioni e violenze da parte del compagno, il quale l'aveva cominciata a frequentrare circa 2 anni fa, da quando era uscito dal carcere dove era detenuto per altri reati. Sempre sul fronte investigativo, la Procura ha dato incarico per lo svolgimento dell'autopsia al dottor De Donno dell'Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Mascherine stampate in 3D con filtro intercambiabile, il progetto parla barese: "Stiamo partendo con la produzione"

Torna su
BariToday è in caricamento