Muore per ischemia a 62 anni, la generosità dei familiari diventa speranza per altri pazienti: donati fegato, reni e cornee

E' accaduto al Di Venere. Pubblico ringraziamento della Asl per i parenti dell'uomo, che hanno autorizzato il consenso degli organi e dei tessuti, permettendo così di aiutare altre persone

Un gesto di grande generosità, pur nel dolore di aver perso una persona cara, un gesto capace di generare vita dalla morte, e dare nuova speranza. E' quello compiuto lo scorso 19 ottobre dai familiari di un 62enne, deceduto per ischemia cerebrale nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Di Venere di Bari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo il consenso dei familiari alla donazione degli organi e dei tessuti, è partita la relativa procedura che nella notte ha portato al prelievo di fegato, cornee e reni, eseguito dall'equipe del Centro Trapianti del Policlinico di Bari. Rendendo noto l'episodio con un post sulla pagina Fb ufficiale della Asl di Bari, la direzione ha ringraziato pubblicamente i familiari "per la sensibilità dimostrata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento