Bando di Natale 2017, l'assessore Maselli in audizione al Comune: "Riformulato in meglio"

L'esponente della Giunta ha risposto alle domande dei consiglieri: "Pochi soldi per decentrare gli eventi in periferia. Meglio concentrarli nel Murattiano"

Dopo l'audizione di qualche giorno fa, a cui ha preso parte la dirigente della Ripartizione comunale Culture, si torna a parlare del bando per l'organizzazione del Natale 2017 a Bari nella Commissione Trasparenza di Palazzo di Città. Questa volta a rispondere alle domande dei consiglieri ci ha pensato l'assessore Silvio Maselli che fornito spiegazioni sulla gara le cui ultime battute dovrebbero arrivare nelle prossime ore, con la selezione della migliore proposta tra le due presentate rispettivamente da Cube Comunicazione e Kiasso srls.

Maselli: "Evitata compressione costo del lavoro"

Lo schema di gara è stato rivisto rispetto ai termini iniziali, per rientrare nelle 90mila euro previste per allestire il calendario di appuntamenti: "Il bando - spiega l'assessore Maselli - è stato pubblicato in prima versione senza che l'avessi visto in capitolato. Successivamente ho ricevuto alcune note a parte di rappresentanti sindacali, affinchè non venisse compresso il costo del lavoro per artisti e maestranze. Ho quindi chiesto alla dirigente di rivederlo ed è stato quindi riformulato in maniera più credibile. Quest'anno, tra l'altro, abbiamo due partecipanti, il doppio rispetto agli anni scorsi".

L'assessore: "Pochi soldi per decentrare gli eventi"

I consiglieri hanno anche chiesto chiarimenti sulle 'poche' proposte presentate: "Il territorio - afferma Maselli - evidentemente non offre una grande platea di operatori economici in grado di soddisfare queste richieste". Puntualizzazioni anche sull'accentramento degli eventi nel Murattiano e a Bari Vecchia, a discapito delle periferie: "Il mio assessorato - chiarisce Maselli - dà risorse anche ai Municipi, in rispetto del decentramento. Tra l'altro, per un migliore impatto dal punto di vista del turismo, d'intesa col sindaco, crediamo che il Natale debba essere 'centralizzato' nelle aree del Murattiano. La scarsità di risorse ci impedisce di svolgere altre attività in altri quartieri della città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • "I non residenti lascino casa per i controlli", nei condomini di Bari numerosi manifesti truffa: indaga la Polizia

  • Genitori ricoverati per coronavirus, due adolescenti in quarantena soli a casa: l'aiuto di Carabinieri, parenti, amici e Comune

Torna su
BariToday è in caricamento