Bimba nata morta dopo "litigio" tra medici: la Asl risarcisce i genitori con 440mila euro

La vicenda risale ad aprile del 2016: la piccola sarebbe deceduta al 'Di Venere' per un ritardo dovuto a malintesi riguardanti la sala da adoperare per il parto cesareo

Sono stati risarciti con 440mila euro dall'Asl di Bari i genitori della bambina nata morta ad aprile del 2016 all'ospedale Di Venere di Carbonara: l'episodio coinvolse una coppia di genitori molfettesi che sarebbe stata vittima di una serie di malintesi riguardanti le sale da utilizzare per effettuare il parto. Il cesareo, con la sala parto occupata, sarebbe stato dirottato quindi nella sala operatoria principale ma, per via di un improvviso intervento su un'appendicite, il tutto avvenne qualche ora dopo. La piccola venne alla luce senza vita. La Asl ha quindi provveduto al risarcimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Incidente sulla Statale 16, moto urta tir e finisce sull'asfalto: centauro travolto da auto e ferito

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

  • Si addormenta alla guida e si schianta fuori strada: ramo ferisce gravemente alla testa una donna

Torna su
BariToday è in caricamento