Freddo in città, termosifoni già accesi nelle scuole: "Pronti per la ripresa delle lezionI"

Gli istituti comunali si preparano per il rientro di lunedì dopo le vacanze di Natale: caloriferi attivi 3 ore al giorno, 6 nella giornata di domenica

Termosifoni accesi tre ore al giorno già durante le feste e per altre tre domenica, in vista del rientro a scuola degli studenti baresi, lunedì 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale e fine anno: il Comune monitora la situazione negli istituti baresi, nelle giornate del grande freddo con temperature vicine allo zero anche nel capoluogo. 

La situazione a Bari e in provincia: "Media emergenza"

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro e l’assessora alle Politiche educative Paola Romano, accompagnati dall’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, si sono recati presso le scuola Lanave, al San Paolo, ed EL7, a Poggiofranco, per verificare il corretto funzionamento dei caloriferi. Nessun disservizio è stato, al momento, registrato nelle scuole cittadine dove, durante il periodo di stop delle lezioni, hanno continuato a lavorare il personale amministrativo e scolastico: “Spero che al loro ritorno al scuola, lunedì, tutti i nostri alunni possano ritrovare le loro aule calde - spiega Paola Romano -. Per questo da oggi abbiamo acceso gli impianti in tutti i plessi scolastici, mentre in quelli sede di segreteria non sono stati mai spenti per garantire a chi ha continuato a lavorare anche durante il periodo di sospensione dell’attività didattica, un ambiente più accogliente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due baresi morti nel terribile incidente di Mottola: le vittime sono tre, altrettanti i feriti di cui uno in gravi condizioni

  • Violenta rissa a Bari, volano calci e pugni in strada: arrestati studente universitario e due trentenni

  • Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

  • Panico da Coronavirus, l'ordine degli psicologi in Puglia lancia l'allarme: "State lontani dai social, veicolano solo terrore"

  • Donna trovata morta in casa a Bari: l'allarme lanciato dai parenti, era deceduta da un mese

  • Cinque casi sovrapponibili al coronavirus in Puglia, scatta il censimento per chi arriva dalle regioni del contagio

Torna su
BariToday è in caricamento