Omicidio a Bitonto: identificata la prostituta uccisa a coltellate

Si tratta di una donna di nazionalità romena, residente in Italia da alcuni anni. Da pochi mesi si era trasferita a Bitonto. L'identificazione della giovane è stata possibile grazie agli accertamenti dattiloscopici

Romena, 26 anni, risiedeva in Italia da alcuni anni e da aprile scorso si era trasferita a Bitonto. E' stata identificata la giovane prostituta trovata morta ieri nelle campagne di Bitonto, nei pressi della provinciale 231. Le generalità della donna non sono state ancora rese note perché le autorità competenti stanno provvedendo in queste ore ad avvisare la famiglia.

L'identificazione è stata possibile grazie agli accertamenti dattiloscopici. In diverse occasioni la ragazza era stata identificata dagli agenti fornendo nomi diversi.

L'autopsia, eseguita in queste ore dal medico legale Alessandro Dell'Erba, dovrà accertare le cause della morte, individuare eventuali tracce biologiche riconducibili all'assassino e accertare se la donna, come è probabile, abbia avuto rapporti sessuali immediatamente prima di morire. È stata infatti trovata da un contadino con indosso solo biancheria intima.

Intanto le indagini continuano per cercare di ricostruire il delitto. Gli inquirenti continuano a sentire amiche e conoscenti della ragazza che potrebbero aiutare a ricostruire le sue ultime ore di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Vigilessa 'stagionale' arrestata a Bari: è stata trovata con 50 grammi di eroina

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Terremoti e rischio tsunami, nel passato maremoti tra Bari e il Gargano. "Adriatico una casa in cui spostiamo sempre i mobili"

Torna su
BariToday è in caricamento