Senzatetto ucciso in piazza Moro, arrestati i due assassini

Si tratta di due cittadini nigeriani di 28 e 21 anni, il primo ospite del Cara di Palese, l'altro residente nel quartiere Libertà. Ad incastrarli i vestiti sporchi di sangue e le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza di alcuni negozi della zona

Sono stati individuati  e fermati grazie ad un'operazione congiunta di Carabinieri e Guardia di Finanza i due assassini del clochard 71enne Francesco Montrone, ucciso a coltellate durante una rapina ieri notte, mentre dormiva in un'aiuola in piazza Aldo Moro.

Si tratta di due cittadini nigeriani di 28 e 21 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, il primo domiciliato presso il Cara di Palese, il secondo residente nel quartiere Libertà. La notte scorsa i due avrebbero sorpreso il clochard mentre dormiva, minacciandolo con un coltello e intimandogli di consegnare il marsupio. Di fronte al rifiuto dell'uomo, lo avrebbero prima aggredito con calci e pugni, e poi l'avrebbero colpito mortalmente con il coltello sotto la calvicola destra. Quindi i due si sarebbero dileguati rapidamente con il bottino, lasciando il 71enne a terra in fin di vita. Qualche metro più in là, giunti in via Garruba, avrebbero rapinato con la stessa modalità e sotto la minaccia della stessa arma anche un cittadino bengalese.

Subito dopo la seconda rapina, però, i militari della Guardia di Finanza, allertati dai carabinieri, sono riusciti ad intercettare i due malviventi in via De Rossi, riuscendo a bloccare il 21enne mentre il complice si dava alla fuga.  In quella circostanza sono state anche trovate le armi utitlizzate per la rapina, un coltello con lama seghettata sporco di sangue e una piccola mannaia, poi sequestati. Agli investigatori è bastato poco per individuare il rifugio del complice, incastrato da un paio di scarpe e abiti sporchi di sangue rinvenuti nella sua abitazione.  Ulteriori prove sulla colpevolezza dei due sono poi arrivate dall'analisi delle immagini registrate da alcune telecamere di negozi della zona.

Le prove raccolte hanno permesso quindi al sostituto Procuratore incaricato delle indagini di disporre già nella tarda serata di ieri il fermo dei due cittadini nigeriani per concorso nei delitti di omicidio, rapina continuata ed aggravata, porto e detenzione di armi atte ad offendere. Durante l'interrogatorio di garanzia entrambi i fermati hanno ammesso le proprie responsabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Da Bari vasta operazione antimafia: scacco matto a due pericolosi gruppi criminali nigeriani, decine di arresti

Torna su
BariToday è in caricamento