Omicidio Mizzi: rito abbreviato per i presunti killer, il Comune parte civile

Oggi la ripresa del processo per l'omicidio del 39enne, ucciso due anni fa a Carbonara per un tragico scambio di persona. Il processo con rito abbreviato comincerà il 5 marzo

Comincerà il prossimo 5 marzo il processo con rito abbreviato per i due presunti killer di Giuseppe Mizzi, il 39enne ucciso a Carbonara la sera del 16 marzo 2011. Nel processo si sono costituiti parti civili i familiari della vittima, madre, padre, tre fratelli e moglie, e il Comune di Bari.

Giuseppe rimase vittima di un agguato mafioso per un tragico scambio di persona. I killer lo freddarono con 6 colpi di pistola mentre rincasava, scambiandolo per un malvivente che avrebbero dovuto uccidere per vendicare il ferimento del pregiudicato Antonio Battista, cognato del boss Di Cosola, avvenuto il giorno precedente sempre a Carbonara.

LE INDAGINI E GLI ARRESTI - Per l'uccisione di Giuseppe sono imputati il 34enne Emanuele Fiorentino e il 33enne Edoardo Bove, che oggi hanno chiesto il rito alternativo nell'udienza preliminare davanti al gup del Tribunale di Bari Antonio Diella. I due furono arrestati dai carabinieri a febbraio dell'anno scorso. A incastrare i due presunti assassini, la cella telefonica a cui si è agganciato il telefonino di Bove la sera dell'omicidio, lo stub a cui fu sottoposto Fiorentino poche ore dopo l'agguato e le immagini delle telecamere dell'impianto di videosorveglianza sistemate all'esterno dell'abitazione di Fiorentino, che lo immortalano insieme a Bove. Fiorentino e Bove sono anche accusati del tentativo di omicidio di una passante, rimasta ferita di striscio a una gamba durante l'agguato.

IL RICORDO DI LIBERA BARI - Il prossimo 13 marzo l'associazione Libera Bari ha organizzato una manifestazione a Carbonara per ricordare Giuseppe. Sul luogo dell'agguato in via Venezia, a pochi passi dalla piazza principale del quartiere, verrà affissa una targa commemorativa.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di sabino
    sabino

    Ha prettamente ragione la signora maria, perché il 4bis non è una paseggiata Ed è ben temuto... nel caso in cui dovesse accadere che per vizi di legge o scadenxa dei termini, i soggetti escano, nn preoccupatevi che gli investigatori e la magistratura provvederanno a rimetterli fentro nel giro di pochi giorni, al massimo un paio di settimane. Per quanto riguarda il suggerimento della signora maria in merito al collaborare, la signora non ha tenuto conto di quanta altra gente morirebbe ammazzata per una collaborazione. Inoltre lo stato italiano ha da un pezzo perso la fiducia dei potenziali pentiti, visto il comportamento avuto con gli ex collaboratori di giustizia che sonp syati quasi tutti rimandati indietro nei loro comuni.... ovviamente sono tutti @#?*%$. .. inoltre la signora maria evidentemente npn abbastanza addentrata nelo specifico del clan menzionato nell''articolo, dimentica che il @#?*%$detto clan è stato comp@#?*%$nte ristrutturato con un ideologia basata sulla prevenzione di un possibile pentimento da parte di chicchessia. .. in maniera tale che ognuno può cantare solo i fatti propri ma non puo conoscere il prossimo anello della catena ecc.ecc. in qursta maniera possono solo inguaiarsi la loro vita e non quella di alyri.

  • Avatar anonimo di maria
    maria

    bhe! diciamo che l`hai messa tutta a tarallucci e vino ma ti assicuro che se dovessero,@#?*%$vero essere condannati perché colpevoli e li saranno riconosciuti le aggravanti della pre-meditazione o aver fatto questo omicidio per favorire un associazione mafiosa ti assicuro che il rito abbreviato,puo` fare ben poco!! cosi` con queste aggravanti sarebbe solo ergastolo con 4/bis cioe` congelamento di tutti i benefici di legge ma proprio tutti!! un reato ostativo si fa dall` inizio alla fine, guarda spero proprio che questi ragazzi non centrano niente e vengano assolti ma se vengono riconosciuti colpevoli si salvano solo se collaborano,altrimenti si sono bruciati la vita!!! ma sentite un consiglio lasciate sti maledetti clan un appello a tutti i giovani non vi rovinate la vita per due soldi!!!! un abbraccio alla famiglia MIZZI!!

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Cosi questi killer,se dovessero essere ritenuti colpevoli,e condannati avranno il beneficio di un 1/3 di sconto di pena perché hanno scelto questo rito abbreviato signi@#?*%$ che se prendono l`ergastolo sono 30 anni,e se prendono 30 anni saranno solo 20,che @#?*%$ sta legge del rito abbreviato,dopo con 20 anni vanno in appello fanno un bel concordato,e chiudono a 13/14 anni sempre se non fanno scadere i termini di custodia prima per la lentezza processuale,cosi` dopo 8/9 anni di carcere con la buona condotta,e qualche nuovo indulto saranno gia fuori,

Notizie di oggi

  • Cronaca

    'Rivoluzione' porta a porta, a maggio si comincia con Santo Spirito: in arrivo kit e bidoncini

  • Cronaca

    Torricella, viaggio nel parco giochi colpito dai vandali. I residenti: "Pericoloso per i bambini"

  • Cronaca

    Una reliquia di San Nicola in Russia per due mesi: "Evento storico"

  • Cronaca

    Monopoli, furto in deposito azienda nettezza urbana: rubati 4 camion per raccolta rifiuti

I più letti della settimana

  • Sparatoria al San Paolo: ucciso dipendente Amiu Michele Amedeo

  • Sorpresi con armi cariche e giubbotti antiproiettile, tre arresti a Japigia: "Pronti a far fuoco"

  • San Nicola e G7, settimana 'di fuoco' per il traffico: stop alle auto sul Lungomare e divieti in centro

  • La terra trema in Puglia: scosse di magnitudo 4 fino al confine tra Bari e Bat

  • Tamponamento auto-moto in tangenziale, code e disagi per gli automobilisti

  • Ritrovato ad Otranto il 25enne Luigi Marchitelli: era scomparso da una settimana

Torna su
BariToday è in caricamento