Tre kg di orecchiette di Bari Vecchia "senza tracciabilità" nelle cucine: ristoratore costretto a distruggere la pasta

Controlli del Nucleo Annona della Polizia Locale. Per lui è scattata anche una multa, a causa di violazioni del regolamento sull'occupazione del suolo pubblico in città.

In un ristorante di corso Vittorio Emanuele, nel centro di Bari sono stati scoperti tre kg di orecchiette senza tracciabilità nel corso di controlli da parte degli Agenti del Nucleo Annona della Polizia Locale. Il prodotto artigianale era stato acquistato dalle signore di Bari Vecchia che, giornalmente producono pasta fresca apprezzata dai turisti e non solo. La notizia è riportata da Repubblica-.Bari.

Il ristoratore è stato quindi obbligato a distruggere la pasta. Per lui è scattata anche una multa, a causa di violazioni del regolamento sull'occupazione del suolo pubblico in città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento