Palo del Colle, assaltano supermercato davanti a donne e bambini: arrestati 4 giovani

L'azione nell'orario di chiusura: armati di pistole e a volto coperto hanno fatto irruzione nel negozio sradicando le casse. Quindi, a bordo di un'Alfa rubata, l'inseguimento con i carabinieri che li hanno poi bloccati. Gli arrestati sono di Bitonto. Tra loro anche 2 minorenni

Redazione 11 ottobre 2013
3

Volti coperti da passamontagna e armi in pugno, incuranti della presenza di donne e bambini: 4 giovani rapinatori hanno assaltato un supermercato di Palo del Colle fuggendo via con le casse, ma sono stati arrestati dai carabinieri dopo una rocambolesca fuga. In manette il 21enne Francesco Campanale e il 19enne Michele D'Elia, già noti alle forze dell'ordine, assieme a due minorenni. I quattro, tutti di Bitonto, sono accusati di rapina, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Il colpo è avvenuto all'orario di chiusura, quando molti clienti si affrettavano per gli ultimi acquisti.

Dopo aver fatto irruzione nel supermercato, il gruppo ha cercato di aprire le casse: non riuscendovi, i malviventi hanno preferito sradicarle, fuggendo via poi a bordo di un'Alfa 147. I carabinieri, intervenuti rapidamente, li hanno intercettati in via Palese: da lì è scattato l'inseguimento, nel quale si sono aggiunte altre due vetture dell'Arma. La vettura dei fuggitivi ha urtato più volte quella dei militari, quindi, questi ultimi, hanno poi speronato l'auto dei rapinatori. Dopo averli bloccati, i 4 sono stati trovati in possesso di armi, vestiario e arnesi utilizzati per la rapina, oltre che del bottino, circa 330 euro. L'Alfa era risultata rubata poco prima, a Bitonto. 

Annuncio promozionale

Palo del Colle
giovani
palo del colle
rapina

3 Commenti

Feed
  • Avatar di mike

    mike Caro Giank, che l'Italia sia sempre piu' un paese "da vergogna" è senz'altro vero. E che lo sia perche il sistema giustizia non funzioni e sia "tecnicamente" collassato e' un evidenza che la stessa Europa ci ha reso manifesto tramite le sue condanne. Anzi ,ha fatto di piu' ci ha messo sul banco degli imputati, intimando di ripristinare le condizioni minime di garanzia per i diritti dei detenuti e del sistema carcerario entro e non oltre il 28 maggio 2014! Ora se cosi' e', tanto che il problema è cosi' conclamato e sanzionato, I provvedimento di amnistia e indulto diventa necessario e risolutivo per la nostra Repubblica! Lo stesso Napolitano ne sottolinea l'urgenza improcrastinabile tramite, tanto da ritenere di dover mandare un messaggio alle Camere, fatto raro ma importantissimo. Proprio perche' le pene , una volta inflitte, devono poter essere scontate...Urge un amnistia che metta un punto e a capo!

    il 12 ottobre del 2013
  • Avatar anonimo di Giank

    Giank Ora un bel l'indulto e tra qualche mese li ritroviamo in qualche altro supermercato e magari ci scappa il morto.... Che paese vergognoso sta diventando l'Italia .  Meno male che sia finita così bene questa brutta storia   

    il 12 ottobre del 2013
  • Avatar di Michele

    Michele Necessitano urgenti interventi della Magistratura per giuste pene da scontare interamente e senza piu' sconti . Un grande plauso alle forze dell'ordine ed ai cittadini coraggiosi. Con la paura si vive male con il coraggio smuovi il torpore della mente.

    l'11 ottobre del 2013