Sito di stoccaggio per materiale da scavo senza autorizzazioni: sequestrati 11 ettari di terreno nel parco dell'Alta Murgia

Operazione dei Carabinieri Forestali in località Ceraso, alla periferia della città. Le aree agricole poste sotto sigilli erano adibite a seminature. Denunciate tre persone

I Carabinieri Forestali hanno sequestrato 11 ettari di terreno all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia utilizzata come sito di stoccaggio di rocce da scavo in una zona vincolata e senza le autorizzazioni prevista dalla legge. Tre persone sono state denunciate. L'area posta sotto sigilli si trova in località Ceraso, alla periferia della città, dove sono stati rinvenuti cumuli di terra stoccati su alcuni terreni condotti a seminativi. Il materiale, secondo i militari, sarebbe stato trasportato lì da un cantiere di grandi dimensioni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Polo giudiziario nelle ex Casermette: pronta nuova intesa Comune-Ministero

  • Cronaca

    Cerimonia al sacrario e corona d'alloro a Palazzo di Città: le celebrazioni per il 25 aprile

  • Attualità

    Vivibilità e sicurezza, i comitati di quartiere chiamano i candidati sindaco: "Ascoltate le nostre proposte"

  • Sport

    SSC Bari, domenica contro il Rotonda la festa promozione: il programma del club

I più letti della settimana

  • Muore soffocato durante il pranzo di Pasqua: tragedia a Monopoli

  • Tamponamento tra due auto sulla SS16: soccorsi i passeggeri. Traffico in tilt

  • Schianto sulla provinciale Monopoli-Alberobello: scontro auto-moto, muore centauro 55enne

  • Allarme bomba sul lungomare, intervengono i carabinieri: "Borsa abbandonata per terra"

  • Albero si spezza per il forte vento e sfonda tir su viale Trisorio Liuzzi: grave autista

  • La dea bendata bacia un ex pescatore a Mola: Gratta e Vinci da 100mila euro trovato tra i rifiuti

Torna su
BariToday è in caricamento