Sito di stoccaggio per materiale da scavo senza autorizzazioni: sequestrati 11 ettari di terreno nel parco dell'Alta Murgia

Operazione dei Carabinieri Forestali in località Ceraso, alla periferia della città. Le aree agricole poste sotto sigilli erano adibite a seminature. Denunciate tre persone

I Carabinieri Forestali hanno sequestrato 11 ettari di terreno all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia utilizzata come sito di stoccaggio di rocce da scavo in una zona vincolata e senza le autorizzazioni prevista dalla legge. Tre persone sono state denunciate. L'area posta sotto sigilli si trova in località Ceraso, alla periferia della città, dove sono stati rinvenuti cumuli di terra stoccati su alcuni terreni condotti a seminativi. Il materiale, secondo i militari, sarebbe stato trasportato lì da un cantiere di grandi dimensioni.

Potrebbe interessarti

  • Abitano tra le vostre lenzuola, lo sapevate? Sono gli acari della polvere

  • Come pulire il vetro del forno: i consigli per eliminare lo sporco ostinato

  • Puntura di medusa: cosa fare e...cosa non fare

  • Piscine all'aperto a Bari e dintorni: quali e dove sono

I più letti della settimana

  • Moto prende fuoco dopo l'impatto con un'auto: giovane centauro muore sulla Statale 16

  • Schianto sulla ex provinciale 54 vicino al Nuovo San Paolo: auto sul guardrail, un morto

  • Assalto armato a furgone portavalori sull'A14, scoperto il covo della banda: refurtiva recuperata, due arresti

  • Morto dopo scontro auto-moto sulla statale 16, sui social il dolore per Fabio: "Eri speciale, ora sei il nostro angelo"

  • Schianto in Tangenziale, almeno un ferito: auto si ribalta, coinvolto pulmino. Traffico in tilt e rallentamenti

  • "Mio figlio pestato in spiaggia", l'appello di un papà sui social: "Chi sa qualcosa ci aiuti"

Torna su
BariToday è in caricamento