Sito di stoccaggio per materiale da scavo senza autorizzazioni: sequestrati 11 ettari di terreno nel parco dell'Alta Murgia

Operazione dei Carabinieri Forestali in località Ceraso, alla periferia della città. Le aree agricole poste sotto sigilli erano adibite a seminature. Denunciate tre persone

I Carabinieri Forestali hanno sequestrato 11 ettari di terreno all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia utilizzata come sito di stoccaggio di rocce da scavo in una zona vincolata e senza le autorizzazioni prevista dalla legge. Tre persone sono state denunciate. L'area posta sotto sigilli si trova in località Ceraso, alla periferia della città, dove sono stati rinvenuti cumuli di terra stoccati su alcuni terreni condotti a seminativi. Il materiale, secondo i militari, sarebbe stato trasportato lì da un cantiere di grandi dimensioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • A folle velocità sulla statale con il lampeggiante acceso sull'auto: 55enne barese fermato nel Brindisino

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Trema la terra in Albania: doppia scossa di terremoto avvertita anche a Bari

  • Week-end del 21 e 22 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento