Pipì, rifiuti e degrado: piazza Umberto "irriconoscibile" e "abbandonata"

Ennesima denuncia del comitato sullo stato di incuria in cui versa lo storico giardino del murattiano. Ombrelli, scarpe e cartoni gettati nelle aiuole ma anche bisogni espletati all'aria aperta

E' diventata "meta preferita di devastatori e maleducati" dove "si sporca e si fanno i bisogni a tutte le ore".Il Comitato di piazza Umberto denuncia nuovamente, a distanza di alcune settimane, la situazione di degrado nel giardino. Non solo immondizia ma anche ombrelli, scarpe e altri rifiuti sparsi tra alberi e aiuole. L'associazione ha pubblicato una vera e propria 'gallery dello squallore', chiedendo interventi senza aspettare il termine del cantiere per la ristrutturazione di via Sparano: "E' una piazza irriconoscibile - affermano gli attivisti - e con un fetore di pipi insopportabile soprattutto agli angoli della Palazzina storica restaurata. Nell'indifferenza piu' totale, inoltre, il giardino si conferma zona preferita per un mercatino abusivo". Un "biglietto da visita" non esaltante per una delle zone storiche e più importanti della città.

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Ferragosto 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • 5 benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • Si sente male in vacanza in Salento, ricoverata da Lecce a Bari: muore bimba di un anno

  • L'alga tossica 'invade' il litorale barese, le analisi Arpa: alte concentrazioni da Giovinazzo a San Giorgio

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Motociclista cade sulla provinciale vicino Altamura: perde la vita centauro 39enne

  • Picchia cliente con una spranga dopo una lite, arrestato esercente: questore chiude negozio in piazza Moro

Torna su
BariToday è in caricamento