Squallore e degrado in piazza Umberto, il Comitato: "Operatori ecologici minacciati, impossibile togliere le sedie"

L'appello degli attivisti sullo stato del giardino principale del quartiere Murattiano: tappeti di bottiglie, cartoni e altri rifiuti tra le aiuole e i vialetti

Sedie tra le piante, assieme a cartoni e immondizia, tappeti di bottiglie e pezzi di cemento tra le panchine: in attesa della riqualificazione vera e propria (al momento è in corso quella dell'asse centrale nell'ambito dei lavori di via Sparano), piazza Umberto vive nel degrado e nello squallore, peggiorato nelle settimane di desolazione estiva.

"Panchine usate come tavoli da gioco"

L'appello è del Comitato di Piazza Umberto che denuncia anche un episodio singolare: "Abbiamo pregato l'operatore ecologico di rimuovere sedie e quant'altro dalle aiuole ma ci ha risposto che il più delle volte è stato minacciato da chi le usa per sedersi intorno alla panchina. Panchine che solitamente vengono usate come tavoli da gioco". spiegano gli attivisti su Facebook che chiedono, per l'ennesima volta, più sorveglianza e controllo all'interno della "piazza delle piazze di Bari".

Potrebbe interessarti

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • Lattosio e intolleranza: come riconoscere i sintomi

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

  • Dolce al palato e ricco di proprietà: i benefici del fico

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Weekend del 24 e 25 agosto: tutti gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento