Piazza Umberto, "dimenticata" per il Natale. Il Comitato: "Non abbandonate il giardino"

Dopo la pubblicazione del bando del Comune la protesta degli attivisti: "Bene con i lavori ma non bastano telecamere e poliziotti. Servono appuntamenti e iniziative. Non siamo periferia"

La pista di ghiaccio allestita, lo scorso anno, nella piazza

La casetta di Babbo Natale trasferita in corso Cavour, il villaggio a Bari Vecchia. Se ci aggiungiamo anche la cancellazione (per il momento) della pista di ghiaccio, piazza Umberto, allo stato attuale, non ospiterà praticamente nulla per le festività natalizie. Il Comitato del grande giardino murattiano non è per nulla soddisfatto del bando messo a punto dal Comune per dicembre. La piazza, in effetti, è interessata dai lavori di installazione delle nuove telecamere di sicurezza e, a inizio anno, sarà piattaforma logistica per le chianche che saranno rinvenute nel corso del restyiling di via Sparano. Secondo gli attivisti, però, non è una giustificazione.

"Non abbiamo visto eventi durante l'anno - spiega Lorenzo Scarcelli, presidente del Comitato di piazza Umberto -. Pensavamo si fosse invertita la tendenza, anche perché nello scorso Natale la casetta di Babbo Natale, assieme alle altre iniziative, aveva portato moltissima gente. Non bastano telecamere e poliziotti ma servono anche iniziative culturali, altrimenti si creano solo periferie". Il Comitato chiede al Comune di ripensarci, denunciando lo stato non positivo della piazza, peggiorato negli ultimi mesi: "La Goccia del Latte - dice Scarcelli - è stata restaurata e abbandonata. C'è chi fa pipì sul muro, vi sono scritte ed è nuovamente sporca. Per quanto riguarda il giardino, siamo convinti che ci sarà il restauro ma questa zona deve essere più viva e frequentata. Sarà un sacrificio, per la piazza, ospitare i lavori di via Sparano e speriamo si possa in qualche modo compensare con eventi e appuntamento. Questa zona non deve diventare periferia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento