"Ti faccio fuori e ti taglio a pezzi", botte alla madre per evadere dai domiciliari: lei lo fa arrestare

L'episodio a Bologna: protagonista un 28enne pluripregiudicato originario del Barese. La donna, stanca delle prolungate violenze si è presentata in caserma denunciando tutto ai carabinieri

"Ti faccio fuori e ti taglio a pezzi". Erano violenze e minacce quotidiane quelle che, da quasi un anno, la madre era costretta a subire dal figlio, detenuto ai domiciliari, che la picchiava e minacciava quando lei cercava di impedirgli di uscire di casa.

Protagonista della vicenda, avvenuta Bologna, un 28enne pluripregiudicato originario della provincia di Bari. Come riporta BolognaToday, il giovane, condannato in via definitiva a due anni di arresti domiciliari per furto aggravato, da tempo si allontanava da casa liberamente, contro il volere della madre 54enne e come verificato più volte dagli stessi Carabinieri che infine avevano chiesto un aggravamento della pena. 

Ieri, la madre si è presentata in caserma e lo ha denunciato. Ha raccontato che da circa un anno il figlio usciva di casa, nonostante fosse agli arresti, e, quando cercava di impedirglielo, veniva picchiata e minacciata di morte. Per lui si sono aperte le porte del carcere e, all'accusa di evasione, si è aggiunta quella di maltrattamenti in famiglia e lesioni. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Il pollo fritto del Kfc arriva a Bari: lavori in corso per il nuovo ristorante della Stazione Centrale

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento