Da Palese a Japigia, Bari sempre più 'ciclabile': il Comune dice sì alle nuove piste

La Giunta ha approvato i progetti preliminari per la realizzazione di itinerari per coprire alcune delle principali arterie stradali cittadine, da viale Orazio Flacco a viale Magna Grecia

Il Comune accelera sulla mobilità ciclabile puntando a dotare le principali strade cittadine di piste dedicate alle due ruote. La Giunta di Palazzo di Città ha approvato, ieri, le delibere dei progetti preliminari per la realizzazione di interventi strutturali "a difesa delle utenze deboli". Gli interventi, suddivisi in due lotti, costeranno complessivamente circa 5 milioni di euro. Nel primo pacchetto è prevista la realizzazione di piste ciclabili bidirezionali o monodirezionali su entrambi i lati della sezione stradale: tra le strade coinvolte troviamo alcune tra le principali arterie dei quartieri Poggiofranco-Carrassi e San Pasquale (viale Kennedy, viale Papa Giovanni XXIII, viale Papa Pio XII, viale Orazio Flacco, viale Salandra, viale Einaudi, viale Concilio Vaticano II) ma anche del quartiere Japigia (Via Oberdan, viale Magna Grecia, viale Japigia). Gli interventi costeranno 2,5 milioni di euro. La nuova 'mappatura' ciclabile della città consentirà di creare una rete con le altre piste presenti sul territorio, favorendo la mobilità a due ruote per raggiungere i punti nevralgici del capoluogo, ovvero Policlinico, Università, Campus, Comune e Stazione.

Il secondo pacchetto di interventi, invece, riguarda opere analoghe tra Palese e Santo Spirito, nel V Municipio. in particolare sui lungomare Cristoforo Colombo, Tenente Massaro Nicola e Ugo Lorusso. Oltre alle piste ciclabili verranno realizzati anche lavori per favorire la moderazione della velocità da parte degli automobilisti e la creazione di percorsi pedonali: il costo complessivo delle opere è di 2,4 milioni di euro. 

Potrebbe interessarti