Poggiorsini, silos realizzati abusivamente: otto denunce

Sigilli all'interno di un impianto per lo stoccaggio di prodotti cerealicoli: la costruzione delle nuove opere era stata 'spacciata' per manutenzione edilizia

Operazione del Nucleo Investigativo del Corpo forestale dello Stato a Poggiorsini. I forestali  hanno sottoposto a sequestro preventivo 5 silos e 4000 mq di piazzale di nuova realizzazione, all'interno di un impianto di stoccaggio e movimentazione di cerealicoli.

Secondo quanto accertato dal Corpo forestale, i 5 silos, a forma di conica, di oltre 15 metri di altezza per un diametro superiore agli 11 metri, provvisti di impianto di carico e scarico profondo 6 metri, sono da considerarsi opera di nuova costruzione e non opera di manutenzione ordinaria, come era stato attestato presso l’Ufficio Tecnico Comunale.

"L’opera, infatti - è detto in una nota che annuncia l'operazione - modifica le caratteristiche dimensionali del preesistente stabilimento, non è stata realizzata all’interno del suo perimetro, incide in modo notevole sull’aspetto generale, compromette gli aspetti ambientali e avrà implicazioni sul territorio in termini di traffico viario. Gli uomini del CFS hanno rilevato, dunque, l’effettiva realizzazione di 5 silos con dell’impianto di carico e scarico, di un ulteriore manufatto, dell’ampliamento di un piazzale preesistente per 4000 mq. circa e di una cisterna per la raccolta delle acque con finalità antincendio. La relativa documentazione depositata in comune, peraltro, constava di due sole D.I.A., data l’assenza di Comunicazione di fine lavori, Verbale di Collaudo Statico ed Istanza di rilascio di Certificato di Agibilità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le opere sono state quindi poste sotto sequestro. Sono stati inoltre deferiti all’Autorità Giudiziaria sette persone, ritenute responsabili di violazioni al Testo Unico dell’Edilizia, tra cui l’amministratore unico della ditta, il legale rappresentante e il direttore dei lavori  e infine, per abuso d’ufficio, il responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Poggiorsini. All’operazione ha contribuito il Comando Stazione Forestale di Gravina in Puglia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

Torna su
BariToday è in caricamento