Asse Nord-Sud e Nodo Ferroviario, tour dei 'cantieri' per Decaro e Lotti

Il sindaco ha accompagnato il sottosegretario nella visita al nuovo ponte in costruzione su via Nazariantz, pronto a giugno 2016. Quindi incontro in Regione con Vendola per annunciare il primo appalto da oltre 100 milioni per spostare i binari verso Japigia: via ai lavori entro il 2015

Una mattinata tra cantieri in corso e pronti per essere avviati, per trasformare radicalmente la viabilità stradale e ferroviaria della città di Bari e dell'Area Metropolitana. Doppio appuntamento per il sindaco Antonio Decaro e il sottosegretario all'Editoria, Luca Lotti, (da ieri in Puglia dove ha partecipato all'inaugurazione del comitato elettorale di Michele Emiliano per le Regionali),  per illustrare due importanti opere destinate a cambiare il volto del capoluogo: dalle parti di via Nazariantz è a buon punto il ponte dell'Asse Nord-Sud, la scenografica conclusione dell'importante arteria di scorrimento che dalla Tangenziale conduce direttamente al Porto. I lavori dell'opera attesa per 30 anni procedono alacremente e dovrebbero concludersi verso giugno 2016.

Successivamente, il sindaco e il sottosegretario si sono spostati in via Gentile, dove, nella nuova sede degli uffici regionali, hanno incontrato il governatore Vendola, per fare il punto sul grande cantiere dell'Alta Capacità Bari-Napoli e dello scioglimento del Nodo Ferroviario. Nei giorni scorsi è stata approvata la delibera del Cipe per finanziare una parte dell'opera per 107 milioni di euro, con aggiudicazione ad aprile: si tratta dell'appalto integrato (progettazione esecutiva e lavori) per le prime opere, da cantierizzare entro la fine dell'anno. Il completamento dell'intera nuova linea ferroviaria, comprensiva di 3 nuove stazioni, Campus, Executive e Triggiano, dovrebbe essere previsto per il 2020. "Si tratta di un'opera - ha affermato il governatore Vendola riferendosi più complessivamente all'Alta Capacità -  a differenza di altre parti, non ha creato problemi, perché è stata progettata ascoltando i cittadini, il territorio, le associazioni e gli scienziati" 

"Lo spostamento del binario - ha invece ribadito Decaro - che entrerà in città in parallelo a quello delle Sudest, ci consentirà di liberare un'enorme zona. Dove oggi ci sono i binari potremo pensare a una tramvia e a una corsia per gli autobus, lì dove c'è la strada, invece, potremmo pensare a un parco marino che arrivi sino a San Giorgio. Il progetto è realtà e stiamo aspettando il giorno dell' inizio dei lavori".

Poco prima, il sindaco aveva mostrato a Lotti lo stato della fermata Marconi, a Madonnella, "che spacca - ha detto il sindaco - in due la città". Decaro 'approfittando' della presenza del sottosegretario, ha confermato anche la richiesta di intervenire sulla bonifica dei piccoli porti, da Santo Spirito a Palese a Torre a Mare, intervento che potrebbe essere finanziato nei prossimi mesi con circa 2 milioni di euro: ​"Quando sul territorio - ha dichiarato Lotti -  si mettono insieme cittadini e istituzioni e il governo fa squadra, le cose possono davvero funzionare. C'è un'Italia che può andare avanti. La speranza che voglio lanciare alla Puglia è quella proprio di lavorare sempre in squadra".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

  • L'estate non decolla su Bari e provincia: in arrivo forti raffiche di vento, nuova allerta meteo

  • La protesta dei 'gilet arancioni' in piazza Prefettura a Bari : "Il governo deve andare a casa"

Torna su
BariToday è in caricamento