Rinvenute oltre 80 bombe risalenti alla Seconda Guerra Mondiale: al via la bonifica nel porto di Molfetta

Le operazioni, fino a febbraio 2019, saranno condotte dagli Artificieri del 11° Reggimento Guastatori di Foggia dell'Esercito Italiano e dei Palombari sub/eod del Comsubin

Hanno preso il via le operazioni per la rimozione di 83 bombe incendiarie ed 1 bomba al fosforo americana da 100 libbre, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, stoccate in mare in un area di sicurezza individuata dalla competente Autorità Marittima nel porto di Molfetta. La bonifica è a cura degli Artificieri del 11° Reggimento Guastatori di Foggia dell'Esercito Italiano e dei Palombari sub/eod del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin) L'intervento è stato richiesto dalla Prefettura di Bari sulla base dei ritrovamenti degli ordigni da parte di alcune ditte specializzate. Le attività di bonifica si concluderanno a febbraio del prossimo anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Party di compleanno per i 18 anni nonostante i divieti coronavirus: in casa arriva la Polizia, scattano multe salatissime

  • "Non abbiamo più spazio nei cimiteri, dovete rispettare le regole", lo sfogo di Decaro nella diretta social: "Così non ne usciamo più"

  • Primo decesso per Coronavirus a Modugno, il dolore del sindaco Magrone: "Una sconfitta di tutti"

Torna su
BariToday è in caricamento