Il progetto 'Bari social book' premiato in una convention a Napoli: "Ricevuti 80mila euro per potenziarlo"

A ritirare il finanziamento è stata l'assessore al Welfare, Francesca Bottalico, durante 'Libri e lettura per l’inclusione sociale', promossa dal Centro per il libro e la lettura del Mibact in collaborazione con NapoliCittaLibro

L'evento a Napoli

Continua ad essere premiato il progetto 'Bari social book: luoghi sociali per leggere', l'iniziativa dedicata al book crossing e alla promozione della lettura tra i più giovani del Comune di Bari. In mattinata il nuovo riconoscimento - nell'ambito del bando 'Città che legge' - arriva dalla Campania: l'assessore al Welfare, Francesca Bottalico, ha ricevuto una menzione nell'ambito della seconda convention nazionale 'Libri e lettura per l’inclusione sociale', promossa dal Cepell - Centro per il libro e la lettura del Mibact in collaborazione con NapoliCittaLibro.

Premiazione Bari Social Book 2-2

Il premio prevede anche un sostanzioso finanziamento: 80mila euro, che saranno utilizzati per ampliare gli orari di apertura dei 14 spazi sociali allestiti presso diverse realtà pubbliche e private in tutta la città, sostenere la nuova edizione del festival del libro sociale e di comunità e, infine, dar vita alla prima biblioteca itinerante per mare a bordo di una barca di 13 metri confiscata ai trafficanti.

Il progetto Bari Social Book

Bari Social Book coinvolge enti e istituzioni pubbliche e private, biblioteche, librerie, scuole, associazioni, soggetti non profit, strutture e servizi del welfare cittadino rivolti a minori e adulti, giovani e anziani, con l’obiettivo di costruire una città più solidale e attenta ai bisogni di tutte e tutti, rilanciando l’importanza della lettura come elemento di crescita personale e riscatto sociale, consapevolezza dei diritti di cittadinanza e promozione delle pari opportunità, leve per il cambiamento sociale e la crescita complessiva della comunità e del territorio.

Alla rete, promossa dall’assessorato al Welfare e dall’ufficio del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione Puglia, aderiscono oltre 80 realtà pubbliche e private. Bari Social Book intende implementare una politica organica di sostegno all’educazione alla lettura, favorendo la crescita del benessere individuale e di comunità, facilitando la partecipazione e il protagonismo delle categorie più fragili e vulnerabili, attivando e valorizzando presidi di lettura popolare allestiti in luoghi di cura, socialità e accoglienza già strutturati e organizzati, come pure in spazi informali di comunità quali piazze, giardini e strade dei quartieri, anche in forma itinerante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E a indicare la grandezza del progetto sono i numeri, raccolti dal suo avvio a maggio del 2016: 100 adulti e adolescenti coinvolti nei percorsi formativi per la gestione degli spazi sociali per leggere, più di 5000 libri donati da cittadini, 10.000 cittadini adulti e bambini coinvolti nel corso delle manifestazioni organizzate, quattro grandi eventi / progetti cittadini di animazione alla lettura, 14 spazi sociali per leggere inaugurati in città, due edizioni del Festival del Libro sociale e di comunità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro nel ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento