L'innovazione parla barese: ricercatori del Politecnico vincono il Google Award

Il colosso americano di internet ha assegnato il riconoscimento al team composto dal professor Saverio Mascolo, Luca De Cicco e Gaetano Carlucci, per l'elaborazione di un sistema informatico che permette videoconferenze e chat senza installare programmi, direttamente sul proprio browser

Videochiamare e chattare dal proprio browser senza dover scaricare applicazioni da installare: è il sistema realizzato da un team di ricercatori baresi del Politecnico, premiati con il prestigioso Google Award. La big G americana, colosso di internet, tra i perni della nuova realtà globale social, ha assegnato il riconoscimento annuale includendo l'università barese, unica in Italia assieme alla Bocconi, in un pool di circa 100 atenei mondiali, per la maggior parte americani, britannici e australiani, selezionati per l'utilità e l'innovazione di progetti di ricerca. Nella categoria 'Networking', il Politecnico ha messo dietro realtà rinomate come Stanford e San Diego.

Nel caso barese, è stato scelto un lavoro finanziato dai Pon-Platino e dal Miur: a metterlo in pratica, il team coordinato dal professor Saverio Mascolo, docente di automatica e controllo di sistemi di elaborazione, assieme ai giovani collaboratori Gaetano Carlucci e Luca De Cicco: "Ci abbiamo lavorato su per oltre un anno - ha spiegato Mascolo -. Si tratta di un sistema per il controllo di congestione per flussi real time sul web, consentendo di fare videoconferenze tramite i principali browser internet, senza dover installare programmi". L'innovazione è ovviamente stata apprezzata da Google perché estremamente utile nella prospettiva futura del suo Chrome.

I ricercatori baresi hanno così superato concorrenti temibili e prestigiosi: "Solo il 22% dei vincitori - fa notare Mascolo - proviene dal di fuori degli Stati Uniti, operando nelle più prestigiose università del mondo. Ciò ci inorgoglisce parecchio. Le cose si possono fare anche in Italia, ma bisogna volerle. I ricercatori possono compiere miracoli: è però importante che ci sia una volontà politica forte e determinata a investire nella ricerca". Solo un anno fa, lo stesso team (in cui vi era anche Vittorio Palmisano) si era aggiudicato il Cisco Award per l'elaborazione e la registrazione di filmati ad altissima definizione, assieme allo spin off Quavlive, che ha aperto la possibilità di realizzare una web-tv del Politecnico, avviando anche, collaborazioni con enti come l'Apulia Film Commission. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • "Autovelox a Santa Caterina", la voce corre su social e smartphone. La Polstrada: "Nessuna comunicazione ricevuta"

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento