Lotta alla processionaria, interventi della Multiservizi nei quartieri

Quasi duemila i nidi rimossi dall'inizio di gennaio in viali alberati e giardini pubblici

Sono stati quasi duemila, dall'inizio del nuovo anno, i nidi di processaria rimossi dalla Multiservizi, che sta eseguendo interventi negli spazi verdi e alberati della città per tenere sotto controllo la diffusione dei parassiti. In concomitanza con condizioni meteorologiche particolarmente miti, infatti, quest’anno le processionarie sono arrivate in anticipo e stanno uscendo dai bozzoli presenti su alberi di pino e cedro. Questi insetti, della famiglia dei lepidotteri, sono pericolosi nella fase in cui hanno l’aspetto di un bruco: se toccati causano bruciori o fastidi e possono determinare anche reazioni allergiche. Particolare attenzione va riservata ai bambini e agli animali domestici, cani e gatti, che rischiano effetti nocivi ancora più gravi.

Per questa ragione le squadre della Multiservizi sono quotidianamente impegnate nella disinfestazione di viali alberati e giardini pubblici, nelle aree affidate alla manutenzione dell’azienda municipale e negli spazi oggetto di segnalazione da parte del settore Giardini del Comune.

Diverse le zone della città interessate dagli interventi, per un totale di 1952 nidi rimossi. Questo l'elenco reso noto dal Comune: giardino Caduti Partigiani / Caldarola: 12, giardino Municipio Palese: 29, giardino C. Massa: 135, via Caduti partigiani: 28, fermata San Gabriele: 15, alberata Caldarola - Marzabotto/Loiacono: 79, piazza Garibaldi: 2, aiuole giudice di pace: 18, scuola materna Padre Pio: 10, fascioni via Caldarola: 194, viale delle Regioni: 112, aree Catino: 145, parcheggio Municipio Palese: 3, via