Processo escort, la difesa: "Nessuna prova che Berlusconi abbia indotto Tarantini a mentire ai pm"

Questa mattina si è tenuta l'udienza preliminare del procedimento che vede coinvolti l'ex premier e il faccendiere Lavitola, accusati di induzione a rendere false dichiarazioni all'autorità giudiziaria sulla vicenda escort

"Il fatto non sussiste o, in subordine, non costituisce reato per ragioni di merito perché non c'è nessuna prova che Berlusconi abbia indotto chicchessia". Parola di Francesco Paolo Sisto, difensore dell'ex premier Silvio Berlusconi, durante l'udienza preliminare per l'inchiesta escort, tenutasi questa mattina nel tribunale di Bari.

"Ero stata aggredita dalla Montereale, ma la perdonai": Patrizia D'Addario a processo

Sisto motiva così l'innocenza degli imputati da lui difesi, ovvero Berlusconi e il faccendiere Valter Lavitola, ex direttore del giornale L'Avanti, accusati di induzione a rendere false dichiarazioni all'autorità giudiziaria sulla vicenda escort. Accuse che per l'avvocato andrebbero rispedite al mittente anche per ragioni processuali, "perché Tarantini - ha spiegato in aula - si è presentato spontaneamente e non è stato chiamato da nessun pubblico ministero a rendere interrogatorio".

Sarà ora il gup a decidere se accettare la proposta di archiviazione della difesa o far proseguire il procedimento. Se così fosse, Berlusconi dovrebbe rispondere dell'accusa di aver fornito all’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini, tramite Lavitola, avvocati, un lavoro e centinaia di migliaia di euro in denaro, perché mentisse ai pm baresi che indagavano sulle escort portate nelle residenze estive dell'ex premier fra il 2008 e il 2009 e sui suoi interessi in Finmeccanica.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Pescatori in prima linea contro i rifiuti in mare: parte da Molfetta 'Fishing for Litter'

  • Cronaca

    Donna partorisce in casa, neonato morto: scatta indagine della Procura

  • Attualità

    Nel palazzo arriva il montascale, ma il condominio non lo vuole: "Mia madre anziana e disabile prigioniera in casa"

  • Cronaca

    La nave Efe Murat lascia il porto di Bari: 'accompagnata' da un rimorchiatore verso la Turchia

I più letti della settimana

  • Lutto nella Polizia Locale di Bari, muore vigilessa di 46 anni. I colleghi: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Scontro tra auto sulla statale 16: traffico rallentato in direzione sud

  • Calci e pugni ai poliziotti che lo fermano dopo l'inseguimento: arrestato 24enne

  • Capienza massima 'taroccata' e minori non accompagnati: blitz in un locale a San Pasquale

  • Doppio incidente sulla statale 16: traffico in tilt e code in direzione sud

  • Intercettati mentre trainano Mercedes rubata: ladri in fuga, auto recuperata

Torna su
BariToday è in caricamento