Procura di Bari, ventisei in lizza per il posto lasciato da Laudati

Tra gli aspiranti anche il procuratore capo di Trani, Carlo Maria Capristo e il sostituto di Bari, Pasquale Drago

Ventisei candidati per il posto di procuratore capo di Bari. E' scaduto il 19 luglio scorso il concorso bandito dal Csm per il posto vacante dopo il trasferimento di Antonio Laudati alla procura di Romam. Le domande però potranno giungere per raccomandata entro il 29. La quinta commissione di Palazzo dei Marescialli, uditi i pareri dei consigli giudiziari, esaminerà le domande e proporrà uno o più nomi al Plenum con provvedimenti motivati. Il Plenum del Csm, non prima del prossimo anno, sarà infine chiamato a votare il nome del prossimo procuratore capo di Bari.

Intanto è già stata tolta la targhetta con il nome di Laudati dietro la porta al quarto piano del palazzo di via Nazariantz. Il magistrato ha lasciato il suo ufficio di procuratore capo a Bari, dopo aver salutato ieri i suoi colleghi, e prenderà possesso del suo nuovo ufficio come sostituto presso la Procura Generale della Corte d'Appello di Roma entro il 30 luglio. 

Questa la lista completa dei 26 candidati: i procuratori di Livorno, Francesco De Leo, Campobasso, Armando D'Alterio, Ariano Irpino, Luciano D'Emmanuele, Trani, Carlo Maria Capristo e Gela, Lucia Lotti. Tra gli iscritti al concorso troviamo gli aggiunti di Napoli, Giovanni Melillo, di Trani, Francesco Giannella e di Bari, Pasquale Drago. Ha presentato domanda anche il sostituto pg di Cassazione Giuseppe Volpe e gli aggiunti della Direzione Nazionale Antimafia Pier Luigi Dell'Osso e Gianfranco Donadio. A questi si aggiungono Salvatore Vitello, ex procuratore di Lamezia Terme, attuale vice capo di Gabinetto al ministero della Giustizia, e dalla Dna i sostituti Francesco Mandoi e Leonida Primicerio. E ancora l'attuale procuratore di Vasto (Chieti), Francesco Prete, e quello di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), Antonio Guerriero, i pm di Bologna Antonella Scandellari e Antonio Gustapane e il sostituto pg di Salerno Antonella Giannelli. Hanno presentato domanda anche gli aggiunti di Nola (Napoli), Maria Antonietta Troncone, di Brindisi, Nicolangelo Ghizzardi, di Taranto, Pietro Argentino e di Napoli Fausto Zuccarelli. Dalla Procura generale di Lecce sono arrivate le domande di Francesco Agostinacchio e Ferruccio De Salvatore, e di Cosimo Bottazzi da quella di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento