Un team di esperti per il nuovo lungomare di Santo Spirito: "Ecco come sarà"

La progettazione preliminare, come annunciato, affidata ad un gruppo di professionisti guidato dall’architetto spagnolo Bohigas: previsti percorsi ciclopedonali, zone per prendere il sole e spazi per le attività commerciali

Una zona pedonale e una dedicata a chi vorrà prendere il sole, percorsi ciclopedonali e spazi per le attività commerciali. Saranno questi alcuni dei 'punti cardine' intorno ai quali ruoterà il progetto di riqualificazione del lungomare di Santo Spirito.  La progettazione preliminare dei lavori, come già annunciato, è stata affidata al raggruppamento temporaneo di professionisti dello studio MBM ARQUITECTES S.L.P. di Barcellona, guidato dall’architetto Oriol Bohigas.

"Da questo primo studio di ambientazione proposto dal gruppo MBM Arquitectes S.L.P. in sede di gara, nascono le idee per il progetto che darà un nuovo volto al lungomare del quartiere più a nord della città", spiega Decaro postando su Facebook una prima 'sintesi' del progetto.

"Uno dei punti di forza dello studio di ambientazione presentato a sostegno della candidatura - spiega una nota del Comune - presentato dallo studio spagnolo in collaborazione con lo studio dell’architetto pugliese Michele Sgobba, è un team specializzato in tutti i settori interessati dal progetto di riqualificazione dell’amministrazione. Il team di lavoro presenta infatti un’esperienza ventennale in progettazione di opere analoghe e di gestione di finanziamenti pubblici, con la particolarità di avere tutte le professionalità utili alla buona riuscita dell’intervento all’interno di un unico raggruppamento. L’incarico prevede la redazione della progettazione preliminare (architettonica, impiantistica, strutture in c.a. e arredo), l’attività di supporto agli uffici comunali e di mediazione con altri enti per l’acquisizione dei necessari pareri e autorizzazioni (Demanio, Capitaneria…) e le attività di assistenza connesse alle successive fasi di progettazione (verifica, validazione, atti amministrativi in bozza a supporto del RUP)".

"L’intervento su Santo Spirito - commenta il sindaco Decaro - rientra nella nostra strategia complessiva di riqualificazione di tutta la costa barese, da nord a sud - spiega Antonio Decaro -. Piccoli e grandi interventi che permetteranno ai baresi di tornare a vivere il lungomare della nostra città a 360°. Tutte le progettazioni prediligono percorsi di mobilità sostenibile e pedonalizzazioni proprio per favorire la vivibilità dei luoghi pubblici. I professionisti sono già al lavoro, e contemporaneamente stiamo proseguendo con il cantiere del waterfront a San Girolamo, mentre abbiamo affidato ad un altro studio barese la progettazione del lungomare nella zona più antica di Bari, opera per cui abbiamo già un finanziamento e che prevede la riqualificazione dei moli San Nicola e Sant’Antonio e del lungomare Imperatore Augusto. Stiamo lavorando anche sul collegamento della spiaggia di Pane e Pomodoro con quella di Torre Quetta, e stiamo redigendo le linee guida per il concorso internazionale di idee per la riqualificazione della costa sud, vera sfida per il cambiamento della nostra città".

Potrebbe interessarti

  • ''U scazzecappetìte'': sapete cos'è?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • 7 consigli per eliminare il cattivo odore delle ascelle

  • Animali domestici: le regole da rispettare se vivi in un condominio

I più letti della settimana

  • Si sottopone a operazione per dimagrire, madre 35enne muore dopo bendaggio gastrico alla clinica Mater Dei

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Battiti Live a Bari, svelato il cast: ecco chi sarà sul palco per il gran finale

  • Dal gioco d'azzardo alle estorsioni agli imprenditori: la mappa dei racket dei clan in città

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

  • Assenteismo all'ospedale San Giacomo di Monopoli: scatta il blitz, 13 arresti e decine di indagati

Torna su
BariToday è in caricamento