Protesta animalista in via Sparano contro la mattanza di agnelli di Pasqua

Un'attivista è rimasta sdraiata per ore in una vaschetta gigante in segno di protesta contro la tradizionale mattanza di agnelli e capretti nel periodo pasquale

Protesta animalista ieri pomeriggio in via Sparano a Bari: alcuni attivisti dell'associazione Essere Animali hanno manifestato contro l'uccisione di capretti e agnelli che in nome della tradizione avviene ogni anno nelle settimane che precedono la Pasqua.

Un'attivista è rimasta sdraiata per un paio d'ore in una copia ingigantita di una vasca di polistirolo, di quelle utilizzate nei supermercati, con tanto di cellophane per coprirne il corpo.

Sopra il tutto un'etichetta adesiva, anch'essa in scala, con la scritta ben visibile "CRUDELTÀ IN VASCHETTA". Intorno a lei, una dozzina di attivisti con il cartello "Pasqua senza sangue".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Restyling San Nicola, la società respinge le accuse del Comune: "Progetto a norma"

    • Cronaca

      Progetto 'TreTrentaseiMesi', centri ludici a rischio chiusura: monta la protesta dei genitori

    • Cronaca

      Il rombo delle Ferrari arriva in città: 100 auto sfilano tra la muraglia e il lungomare

    • Cronaca

      Discarica abusiva sequestrata vicino allo stadio San Nicola: "Nell'area segni di roghi"

    I più letti della settimana

    • Interviene per difendere la sorella, accoltellato a una gamba: ferito pregiudicato al Libertà

    • Incendio sulla litoranea sud: "A fuoco sterpaglie e rifiuti vicino al lido Trullo"

    • La 'cavalcata' delle Ferrari tra Bari Vecchia e Lungomare: attesi in città 100 bolidi del Cavallino

    • Hashish, marijuana e munizioni in casa a San Girolamo, arrestata la cognata del boss Lorusso

    • Doppio tamponamento sulla tangenziale: ferito centauro. Traffico in tilt

    • Frecciargento 'diretto' tra Bari e Roma, prima corsa il 28 giugno: "Nella Capitale in tre ore e mezza"

    Torna su
    BariToday è in caricamento