Puzza infernale al San Paolo, Decaro: "Scoperta l'origine. Presentate tre denunce, l'azienda risolva il problema"

Presentato un esposto "al Comune di Modugno, all'Arpa Puglia e ai Carabinieri del Noe per evitare che queste sostanze odorigene continuino ad arrivare" nel quartiere

"Siamo convinti di aver trovato l'azienda da dove provengono i cattivi odori che raggiungono il San Paolo": con un videomessaggio su Fabcebook, il sindaco Antonio Decaro si rivolge ai cittadini del rione, dopo le proteste delle ultime settimane per la forte puzza "da vomito" che attanaglia la zona, in particolare nelle zone serali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Situazione devastante per il quartiere"

Decaro non menziona l'impresa ma annuncia di aver presentato un esposto "al Comune di Modugno, all'Arpa Puglia e ai Carabinieri del Noe per evitare che queste sostanze odorigene continuino ad arrivare al San Paolo. L'azienda - aggiunge il sindaco - avrà sicuramente tutte le autorizzazioni a posto, le sostanze non saranno nocive ma le emissioni sono terribili e creano una situazione devastante per il quartiere. Questo non è consentito.  Devono cambiare il ciclo produttivo - prosegue  -  e continuerò a dare fastidio fino a quando non elimineranno questi cattivi odori e risolto il problema. Ci abbiamo messo tanto  - rimarca Decaro - per eliminare il problema dei cattivi odori da un impianto di compostaggio da un altro Comune e dell'impianto di AqP i cui lavori di riqualificazione termineranno quest'anno. Non abbiamo nessuna intenzione di continuare a far respirare ai cittadini un'aria irrespirabile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 2000 euro a 60mila pugliesi: 'Start' dalla Regione a partite iva, lavoratori autonomi e professionisti a basso reddito

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Violento scontro tra moto e suv: grave centauro, trasportato in codice rosso al Policlinico

  • Parcheggiare a Bari: le aree di sosta vicine al centro, mappa e tariffe

  • Due monopattini del servizio sharing rubati e recuperati dalla polizia: uno rintracciato in tempo reale grazie al segnale gps

Torna su
BariToday è in caricamento