Palese batte Santo Spirito per il 'porta a porta': a settembre il via per Catino e San Pio

Oltre il 78% di differenziata registrato dopo tre settimane dall'avvio del servizio. L'assessore Petruzzelli: "Il sistema può funzionare in tutti i quartieri della città"

I nuovi bidoncini a Palese

Il dato medio della raccolta differenziata a Palese, dopo tre settimane dall'avvio del nuovo sistema porta a porta, è del 78,54%, tre punti percentuale in più rispetto all'altra zona 'pilota' del servizio, il quartiere di Santo Spirito, nelle prime giornate d'introduzione del servizio. Le cifre sono state rese note dal Comune di Bari: “Devo fare i complimenti ai cittadini di Palese, che si sono dimostrati più bravi di quelli di Santo Spirito - ha affermato l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -. L’ottimo risultato raggiunto nelle prime tre settimane ci conferma la validità del percorso intrapreso e ci incoraggia a proseguire. Prima della partenza del servizio, in molti dicevano che il porta a porta a Palese sarebbe stato più problematico di quello avviato a Santo Spirito, in quanto il territorio non avrebbe le caratteristiche adatte a questo modello di raccolta. Questi dati, invece, raccontano che si tratta di un sistema che può funzionare in tutti i contesti urbani purché trovi la preziosa collaborazione dei cittadini, che hanno inteso perfettamente il valore di questo servizio e i benefici che possono derivarne. Ovviamente il tutto è reso possibile dal lavoro degli operatori Amiu che in questi mesi stanno portando avanti un’attività efficace e molto impegnativa”.

“Il dato raggiunto anche a Palese - prosegue il presidente del Municipio V Giovanni Moretti - conferma che stiamo procedendo molto bene grazie a un lavoro di squadra valido ed efficace. L’ottima partenza registrata a Santo Spirito e il risultato straordinario ottenuto a Palese testimoniano il grande senso civico dei cittadini del Municipio, che ringrazio per la collaborazione. In questi giorni, infatti, sto raccogliendo tante manifestazioni di gradimento per il porta a porta, che sono certo proseguirà benissimo anche nei quartieri San Pio, Catino, Palese Macchie e nel territorio palesino al di là dei binari, dove il servizio verrà avviato a breve”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A settembre al via nella zona interna di Palese, a San Pio e Catino

Prosegue intanto la distribuzione delle pattumelle e del materiale informativo nella zona interna di Palese, a Macchie, San Pio e Catino, ultima porzione del Municipio V non ancora coperta dal servizio.  Consegnato circa il 50% dei kit previsti alle famiglie e alle utenze commerciali dei quartieri interessati. L’inizio del servizio, previsto nel mese di settembre, sarà comunicato nei prossimi giorni con l’apposizione sui cassonetti stradali degli adesivi informativi sui quali comparirà la data dell’avvio del porta a porta e la conseguente rimozione dei cassonetti dalle strade.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Al ristorante e in auto, stop al distanziamento per congiunti e 'frequentatori abituali': la Regione allenta le restrizioni

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Due monopattini del servizio sharing rubati e recuperati dalla polizia: uno rintracciato in tempo reale grazie al segnale gps

Torna su
BariToday è in caricamento