'Abusivi' a caccia di tartufi nel Parco dell'Alta Murgia: tre denunce

I controlli della Forestale; tre persone sono state trovate in possesso di tesserini contraffatti: in questo modo aggiravano i controlli, ed evitavano anche il pagamento di oneri e tasse

Raccoglievano tartufi nel Parco dell'Alta Murgia, ma erano di fatto degli 'abusivi'. I tesserini esibiti durante i controlli della Forestale, infatti, erano in realtà falsificati. I controlli amministrativi eseguiti dagli agenti, anche attraverso verifiche incrociate presso le autorità preposte al rilascio delle autorizzazioni, hanno svelato come timbri, firme e numerazioni fossero stati in realtà contraffatti.

In questo modo, i 'cacciatori di tartufi' non solo potevano evitare i controlli in campo mostrando agli accertatori un titolo apparentemente idoneo, ma si sottraevano al pagamento di oneri e tasse e alle sedute di esame necessarie a norma di legge, per l'ottenimento del titolo abilitante. 

Al termine delle indagini, diversi tesserini sono finiti sotto sequestro e  tre soggetti sono stati denunciati. Dovranno rispondere dei reati di contraffazione e falsificazione documenti, falso ideologico e materiale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento