Ragazzina violentata per oltre un anno e mezzo a Bari: due a processo

Rinvio a giudizio per il 69enne Francesco Cassano e il 45enne Michele Armenise, accusati di violenza sessuale pluriaggravata nei confronti di una 16enne barese con disagio socio-ambientale

Sono stati rinviati a giudizio il 69enne Francesco Cassano e il 45enne Michele Armenise, accusati di violenza sessuale pluriaggravata nei confronti di una 16enne barese con disagio socio-ambientale. La ragazzina sarebbe stata abusata per un anno e mezzo, fino ad agosto 2017 quando i due sono stati arrestati. Il rinvio a giudizio è stato deciso dal giudice del Tribunale di Bari, Antonio Diella: il processo comincerà il 10 luglio

L'inchiesta della Procura

In base alle indagini di Carabinieri e Polizia Locale, coordinate dal pm Simona Filoni, gli abusi si sarebbero verificati in diversi luoghi della città, dal retrobottega gestito dal più anziano dei due, dove la ragazza aveva lavorato per qualche tempo dando una mano con le consegne a domicilio, ad un garage, dalla campagna dell’altro, fino ad una cabina della spiaggia barese San Francesco, nel periodo in cui la struttura balneare era chiusa. Le violenze, definite dalla Procura "turpi e deprecabili", sarebbero state commesse a turno e in alcuni casi contemporaneamente da Cassano e Armenise, costringendo a volte la 16enne anche a seguirli in casa per guardare con loro film pornografici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Attimi di tensione in una scuola, papà entra e schiaffeggia 14enne: "Lascia stare mio figlio"

  • Temporali, vento e mare in burrasca: allerta meteo arancione su Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento