Rapinarono laboratorio orafo picchiando l'anziano titolare: arrestati

Il colpo a dicembre scorso in un negozio del centro storico. In manette un 34enne sorvegliato speciale barese e la sua complice, una 21enne incensurata. Dopo aver pestato l'uomo, i due fuggirono portando via gioielli per 20mila euro

Calci e pugni all'anziano titolare del laboratorio orafo, che, a causa dei suoi problemi di salute, non riusciva a sdraiarsi sul pavimento come ordinato dai rapinatori. Un colpo, quello messo a segno il 13 dicembre scorso in un'attività del centro storico, che aveva scosso i residenti proprio per la brutalità mostrata dai malviventi.

A distanza di due mesi i carabinieri hanno arrestato due dei presunti autori di quella rapina: un 34enne sorvegliato speciale barese e una 21enne incensurata del quartiere Japigia, accusati di rapina aggravata in concorso, detenzione e porto abusivo di armi e violazione degli obblighi (per il 34enne).

LA RAPINA - La sera del 13 dicembre scorso, la donna, a viso scoperto, fingendosi una cliente, si era fatta aprire la porta di ingresso dell’oreficeria. Anziché entrare però, avevato spalancato la porta per lasciare entrare tre soggetti armati di pistola e con il volto coperto. Mentre il primo, impugnando l’arma, intimava ai presenti di sdraiarsi a terra, il secondo - che poi colpì con calci e pugni l’anziano signore solo perché riusciva ad adagiarsi sul pavimento - si occupava di vigilare sui presenti. Il terzo, infine, svuotava le vetrine. In pochi minuti, dopo essersi impossessati di 20mila euro in gioielli, i malfattori si dileguarono per le vie circostanti.

Le indagini dei carabinieri, partite dalle descrizioni dei rapinatori fornite dai testimoni, hanno quindi portato all’identificazione dell’uomo che avrebbe picchiato il 71enne e della ragazza che, bussando alla porta, ha consentito ai malfattori di entrare  nell'oreficeria. Il 35enne è stato associato presso la casa circondariale di Bari, mentre la donna è stata collocata ai domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento