Rapina alle 'Poste private' nel rione Libertà, in manette un 23enne. È caccia al complice

Napoletano di origine, ma a Bari da diverso tempo, durante l'inseguimento ha anche ferito uno dei militari. Bottino del colpo: 1500 euro

Finisce in manette un 23enne napoletano, ma residente a Bari da diversi anni, accusato di rapina aggravata in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giovane sarebbe responsabile della rapina avvenuta ieri nella sede delle 'Poste private' in via Brigata Regina, nel quartiere Libertà. 

VIDEO | Le immagini delle telecamere di videosorveglianza

Era stato fermato dopo un lungo inseguimento in corso Italia, seguito al furto di circa 1500 euro dell'incasso. Scoperto in flagranza di reato con il bottino, i militari hanno poi potuto ricostruire l'episodio. Il 23enne sarebbe entrato con il volto coperto nell'ufficio, brandendo una pistola caricata a salve.

Quando è stato fermato, ha anche tentato di colpire uno dei carabinieri, ferendolo. È riuscito invece a fuggire il complice dell'uomo, di cui i militari stanno cercando di definire l'identità con l'ausilio delle immagini di videosorveglianza. Il 23enne si trova al momento in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Da Bari vasta operazione antimafia: scacco matto a due pericolosi gruppi criminali nigeriani, decine di arresti

Torna su
BariToday è in caricamento