Rapinarono e stuprarono una donna: condannati due giovani

Il fatto risale alle prime luci del mattino dello scorso 18 maggio: i due colsero di sorpresa la vittima. Incastrati dalle telecamere sono stati condannati rispettivamente a 3 e 2 anni e 4 mesi

Sono stati condannati in via definitiva due giovani che all'alba del 18 maggio scorso rapinarono e violentarono una donna che si stava recando a lavoro, in via Hahnemann, nei pressi dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII°. 

Nello specifico il gup del Tribunale di Bari Marco Galesi ha decretato le pene di 3 anni di reclusione per il ventenne Giuseppe Vavalle, a cui sono contestati i reati di tentata rapina e violenza sessuale, e di 2 anni e 4 mesi per il 22enne Nicola Pontrelli, accusato di tentata rapina. Il tribunale ha inoltre disposto che entrambi gli imputati risarciscano i danni nei confronti della vittima e dell’associazione Giraffa.

L'AGGRESSIONE - La rapina e la violenza sessuale si consumarono nelle prime ore del mattino mentre la vittima si stava recando a lavoro: dopo essere sopraggiunti in auto, Vavalle scese dalla macchina e cogliendo di sorpresa la donna tentò di strapparle la borsa. Fatto ammesso da entrambi gli imputati hanno confessato. Secondo quanto riportato nella denuncia, lo stesso Vavalle avrebbe poi fatto cadere al suolo la donna percuotendola con calci e pugni per poi consumare la violenza. A inchiodare i due ci sono i filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona, oltre alle deposizioni di alcuni testimone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vavalle e Pontrelli sono stati individuati ed arrestati nel mese di giugno: il primo sta ancora scontando la pena in carcere, mentre per il secondo il giudice ha disposto la pena sospesa e quindi la scarcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento