Pedinavano anziane in centro per aggredirle e rapinarle nel portone di casa: arrestati due pregiudicati

La Squadra Mobile ha arrestato due pregiudicati del capoluogo pugliese, Roberto Ventisette di 44 anni e Giovanni di Bari, 46 anni: avrebbero agito scegliendo le loro vittime all'esterno di supermercati e farmacie

Aggredivano donne anziane di rientro a casa dopo aver fatto la spesa, quindi le bloccavano strappando loro collanine e gioielli, talvolta portando via le borse: la Squadra Mobile ha arrestato due pregiudicati del capoluogo pugliese, Roberto Ventisette di 44 anni e Giovanni di Bari, 46 anni, accusati di rapina pluriaggravata continuata, lesioni aggravate e falsa attestazione sulle proprie generalità.

Le immagini della Squadra Mobile: i colpi in centro

Le aggressioni alle anziane

In base a quanto ricostruito dagli investigatori, i due avrbebero agito con modalità collaudate: si appostavano inizialmente all'esterno di supermercati e farmacie del centro cittadino dove sceglievano la propria vittima per poi pedinarla e aggredirla all'interno del portone di casa. Ad aiutare la Squadra Mobile, nella ricerca dei rapinatori, le telecamere di videosorveglianza delle zone dove sono stati effettuati i colpi: i due sono stati rintracciati nel centro cittadino e bloccati dopo una breve fuga. Uno dei malviventi, per cercare di sottrarsi alla cattura, avrebbe fornito agli agenti false generalità. Il 44enne e il 46enne sono stati così condotti nel carcere di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo e allerta arancione sul Barese: scuole chiuse in alcuni Comuni

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Crollano calcinacci dal cavalcavia della SS16, danni alle auto: tratto chiuso al traffico

  • Punito e ucciso per uno 'sgarro' nello spaccio: condanna a dieci anni per l'omicidio di Vessio

Torna su
BariToday è in caricamento