Due assalti a supermercati in un quarto d'ora: bloccato durante la fuga, in manette 37enne

Il doppio colpo nel pomeriggio di lunedì al quartiere Picone: il rapinatore è stato arrestato da un equipaggio motomontato dei 'falchi' della Squadra mobile

Bloccato mentre cercava di allontanarsi dopo aver messo a segno due rapine in altrettanti supermercati, nel giro di 15 minuti. In manette, con l'accusa di rapina aggravata e continuata e resistenza a pubblico ufficiale, è finito il 37enne Nunzio Lassandro, originario di Santeramo. L'uomo è stato arrestato lunedì pomeriggio a Bari dagli agenti della Squadra mobile, impegnati in uno specifico servizio per il contrasto alle rapine negli esercizi commerciali.

La doppia rapina

Un equipaggio moto-montato dei “falchi” della Sezione contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile, su segnalazione della Sala Operativa, è intervenuto presso il supermercato Dok del quartiere Picone dove poco prima era stata consumata una rapina, commessa da un uomo che indossava un giubbotto di colore scuro e che aveva un vistoso cerotto applicato sulla mano destra. Mentre i poliziotti effettuavano i primi accertamenti e acquisivano ulteriori elementi per identificare il rapinatore, è arrivata la segnalazione di un’altra rapina, consumata dopo circa 15 minuti dalla prima, presso il supermercato Conad, distante poche centinaia di metri.

ll tentativo di fuga e l'arresto

L’equipaggio ha raggiunto immediatamente l’altro esercizio commerciale e ha notato  un uomo, corrispondente perfettamente alla descrizione dell’autore della prima rapina, che si allontanava velocemente dalla zona, inseguito da una persona che cercava invano di fermarlo. I poliziotti hanno quindi raggiunto il fuggitivo che, prima di essere bloccato, ha cercato di reagire per opporsi all'arresto. 

Bottino recuperato

Bloccato e perquisito, nelle tasche del suo giubbotto sono state rinvenute due mazzette di banconote arrotolate: la prima di 285 euro, corrispondente a quanto sottratto al primo supermercato, e la seconda di 395 euro, corrispondente a quanto sottratto nella seconda rapina. La refurtiva è stata restituita ai responsabili degli esercizi commerciali rapinati. L’uomo è stato trovato in possesso, inoltre, di un’ulteriore somma di 1.165 euro, suddivisa in banconote di diverso taglio, sottoposta a sequestro perché ritenuta provento di analoghi reati. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha un malore alla guida e finisce contro un'auto: incidente mortale a Poggiofranco

  • Blitz a Bari, raffica di arresti nel clan Parisi-Palermiti-Milella: smantellati arsenale da guerra e traffico di droga

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Capodanno a Bari con lo show in piazza Libertà: anche quest'anno il concerto in diretta su Canale 5

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • L'arsenale dei Parisi-Palermiti-Milella in un anonimo appartamento di Japigia. Chili di cocaina pronti per i clan di tutta la città

Torna su
BariToday è in caricamento