'Lupi e agnelli' tra lavoro e riscatto: al Redentore nasce il primo social pub

Tutto pronto per l'inaugurazione, domani sera, del locale realizzato grazie a un bando comunale a cui ha partecipato l'Oratorio Salesiani. Don Francesco: "Luogo di aggregazione e presidio per la legalità"

Panini, patatine, birra: nel menu ci sono (quasi) tutte le bontà di un qualsiasi locale della città. Non sono però hamburger come gli altri: prelibatezze che nascono dalla voglia di far crescere i giovani del quartiere Libertà di Bari, attraverso un progetto imprenditoriale e solidale. Social, appunto, come il pub 'Lupi & Agnelli', realizzato grazie a un progetto dell'Oratorio Salesiani del Redentore. Domani pomeriggio l'inaugurazione della panineria tra via Martiri d'Otranto e via Don Bosco, a due passi dalla parrocchia. Un locale aperto a tutti, nato attraverso un bando dell'assessorato comunale allo Sviluppo Economico, per incentivare l'occupazione dei più giovani. L'istituto ha colto l'opportunità trasformatasi in lavoro per 5 ragazzi, inseriti nello staff del locale: "Avevamo intenzione - spiega Don Francesco Preite, parroco del Redentore - di creare ulteriori luoghi di aggregazione, in particolare per i giovani e le famiglie, combattendo la disoccupazione e aprendo un presidio di legalità in un contesto forse troppo vivace che rallenta lo sviluppo armonico dei ragazzi. Ci piace anche l'idea che, attraverso questo pub, possiamo portare avanti una campagna per l'uso responsabile di cibi e bevande". Al 'Lupi e agnelli', infatti, non saranno serviti superalcolici ma non mancheranno le birre di qualità, quasi un indiretto omaggio alla grande tradizione dei monaci trappisti e birrai diffusa soprattutto in Belgio.

Paragoni scherzosi a parte, colpisce anche il nome del locale: "E' ispirato - aggiunge don Francesco - a un sogno di don Bosco, in cui i giovani, diventati brutti e cattivi come i lupi, si trasformano in agnelli grazie agli interventi educativi. Noi vorremmo che i giovani di questo quartiere siano dei lupi mansueti e agnelli coraggiosi. D'altra parte anche il profeta Isaia diceva che questi animali possono convivere, così come ragazzi dalle differenti estrazioni sociali ed esperienze. In ognuno di noi c'è un lupo e un agnello e dovremmo essere bravi ad accettare i nostri limiti e le risorse positive". Un bel messaggio per portare avanti un'attività non semplice ma sicuramente stimolante: i giovani, coordinati da don Renato Colucci, hanno sostenuto, in questi mesi, corsi di avviamento alla gestione di un locale grazie alla collaborazione della ditta 'Cippone' di Bitetto. Il gruppo è formato, in gran parte, da ragazzi di 22-23 anni: il nuovo pub sarà aperto prevalentemente nelle ore serali e potrà diventare uno dei pochissimi locali di riferimento di questa zona del Libertà, troppo spesso lasciata in balia di sé stessa, ma dove, con l'impegno e lo spirito di iniziativa dell'Oratorio Salesiani si possono realizzare iniziative inedite e di valore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si chiama ''1997 BQ'' ed è il gigantesco asteroide in avvicinamento alla Terra

  • Incidente mortale sulla SS100: impatto camion-auto, strada chiusa al traffico

  • In Puglia 27 nuovi casi di Coronavirus, Lopalco rassicura sull'impennata dei contagi: "Numeri riferiti a periodi precedenti"

  • Le Frecce Tricolori tornano a Bari: il 28 maggio tappa del 'Giro d'Italia' per le vittime del Covid-19

  • Bollettino Coronavirus, 10 nuovi casi in Puglia: nessun nuovo positivo o decesso nel Barese

  • Sette grandi personalità per far ripartire la Puglia: è il gruppo strategico nominato da Michele Emiliano

Torna su
BariToday è in caricamento