Reflui treni sui binari, chiusa l'inchiesta della Procura: due indagati

Le indagini riguardano presunte violazioni ambientali riguardanti lo smaltimento sui binari dei reflui provenienti dai bagni di alcuni modelli di treni in uso a Trenitalia

La Procura di Bari ha chiuso le indagini in merito a presunte violazioni ambientali riguardanti lo smaltimento sui binari dei reflui provenienti dai bagni di alcuni modelli di treni in uso a Trenitalia. Notificati avvisi di garanzia nei confronti di Mariella Polla, direttore regionale Puglia di Trenitalia, e Fabio Carlo, responsabile del servizio manutenzione e pulizie Puglia della società. L'indagine dei Carabinieri Noe, bek novembre del 2016, portò al sequestro di 8 treni regionali. Per gli inquirenti la violazione consisterebbe nell'aver "smaltito illecitamente rifiuti speciali non pericolosi, quali reflui dei servizi igienici contenuti nei serbatoi, attraverso lo scarico sui binari della tratta ferroviaria gestita da Trenitalia che si attiva quando la velocità del rotabile supera i 40 chilometri orari". La Procura ritiene che i reflui debbano essere trattati a bordo.

La replica di Trenitalia

Sulla vicenda si è espressa Trenitalia attraverso una nota: “Pur nel convincimento di aver sempre operato nel pieno rispetto della normativa vigente, per venire incontro alle indicazioni dell’Autorità Giudiziaria, Trenitalia ha immediatamente approvato un importante piano di investimenti finalizzato ad introdurre modifiche migliorative su tutta la flotta Minuetto e Vivalto d’Italia passando a un sistema di toilette a circuito chiuso". “A tal fine, - aggiunge Trenitalia - sono stati già stipulati contratti con le imprese incaricate di realizzare dei dispositivi atti ad eliminare le contestate dispersioni, che saranno installati su tutti i treni interessati e sono state già realizzate le modifiche sul primo esemplare di veicolo per ciascun tipo”. La società, comunque, “ribadisce che, sul piano tecnico, tutti i treni utilizzati sono assolutamente in linea con le specifiche tecniche stabilite dalla normativa europea”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bari usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Presentato il progetto del Polo pediatrico pugliese: "239 posti letto in tre diversi dipartimenti aziendali"

  • Attualità

    Dal Villaggio di Babbo Natale in piazza Umberto agli eventi nelle periferie: torna 'Bari Christmas Town'

  • Cronaca

    Cinque ore di ritardo per giungere da Milano a Bari: Ryanair condannata a risarcire 9 viaggiatori

  • Cronaca

    "Tempi di percorrenza raddoppiati e orari sfasati": il sindaco di Polignano raccoglie le proteste dei pendolari

I più letti della settimana

  • Finisce con la vettura contro un albero, muore un automobilista. Moglie ricoverata in codice rosso

  • Guerra tra clan baresi per ''controllare" il quartiere Madonnella: 13 persone in manette

  • Padre e figlio uccisi in due agguati al Libertà, otto a processo: chiesti sei ergastoli

  • Incidente sul lungomare, auto finisce su un veicolo in sosta: indagini della Locale

  • La fortuna bacia Bari: centrato un 5+1 al SuperEnalotto

  • Assalti a bancomat in Francia, scatta sequestro di beni per cinque persone: i nomi

Torna su
BariToday è in caricamento