Tre giorni di shopping, cultura ed eventi: "Riappropriamoci di via Manzoni"

Presentata la kermesse in programma dal 25 al 27: per l'occasione riattivati 14 locali. Strada chiusa dalle 8 a mezzanotte. Ci sarà anche lo store del Bari calcio. L'assessore Palone: "Possiamo invertire la tendenza negativa".

Le luci si riaccendono sulla notte di via Manzoni e non solo per tre giorni. Dal 25 al 27 settembre prossimi, la storica strada del commercio barese tornerà a essere al centro dell'attenzione con l'evento organizzato da Pop Hub, organizzato in collaborazione, tra gli altri, con il Comune e la Camera di Commercio: '#riattiviamoviamanzoni' vedrà da mattina a sera temporary shop, mostre, laboratori per bambini, ma anche artigianato, food e attenzione al mondo del lavoro e della cultura.

La kermesse è stata presentata questa mattina in un locale a due passi da piazza Risorgimento, riadattato per la manifestazione. Stop alle auto dalle 8 alle 24 per il ricco programma di appuntamenti stilato dagli organizzatori, capaci di mobilitare diversi commercianti, invogliandoli e coinvolgendoli nel progetto: "Ci piaceva - spiega Luca Langella, tra i fondatori di Pop Hub - fare qualcosa per questa strada in passato alter ego di via Sparano, collante tra Murattiano e Libertà, tra non pochi problemi di ordine sociale per la zona. Saranno riaperti 14 locali, di cui 3 ad angolo con via Principe Amedeo e 1 con via Garruba".

Non uno spot di 3 giorni, ma un primo passo di una strategia per fermare la crisi e ripartire con una nuove energie imprenditoriali, quelle mai mancate per i circa 100 esercizi ancora aperti, a fronte di altri 60 non più attivi: "Dobbiamo ripartire da chi ce la sta facendo ancora - auspica l'assessore comunale al Commercio, Carla Palone - . Via Manzoni è parte di tutti noi: qui si comprava l'abbigliamento per tutti i giorni, ma c'erano anche boutique d'elite. Sono certa che in un paio d'anni riusciremo a invertire la situazione e a dare una nuova idea d'impresa per questa strada".

"Il declino di via Manzoni - afferma il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi - molto simile ad altre aree, ha due ragioni principali: la capacità di spesa dei clienti, ridotta, e la scommessa che il territorio ha di vincere su altri concorrenti. Il prodotto può essere comprato ovunque, invece bisogna offrire qualcosa di più: il cliente deve poter stare bene, fare una passeggiata, parcheggiare con comodità e andarsene soddisfatto".

Ripensare la strada potrebbe essere una strategia da seguire, magari coinvolgendo marchi di successo e popolari, come ad esempio la Fc Bari, che parteciperà allestendo un merchandising store: "La nostra presenza - conferma Paparesta - può essere un amplificatore di interesse. La città può riappropriarsi di via Manzoni. Oltre all'evento, abbiamo in programma l'apertura di una 'Casa Bari' in centro, sarebbe però bello, pensare a un ulteriore negozio proprio qui"

Potrebbe interessarti

  • 8 trucchi per togliere le pieghe sui vestiti senza usare il ferro da stiro

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • La Tiella di Patate Riso e Cozze

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

I più letti della settimana

  • Annega in mare a Metaponto, muore mamma 26enne residente nel Barese. Salva la figlia di 6 anni

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Auto si ribalta all'altezza di una rotatoria, 32enne barese muore in provincia di Milano

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Weekend del 24 e 25 agosto: tutti gli eventi a Bari e provincia

Torna su
BariToday è in caricamento