Ricci di mare senza tracciabilità: sequestrati 5mila esemplari in un ristorante del centro

Operazione della Guardia Costiera: comminata una sanzione di 2mila euro al trasgressore. Gli esemplari, vivi, sono stati requisiti per essere poi rigettati in mare

Circa 5mila esemplari di ricci di mare sono stati sequestrati dalla Gauardia Costiera in un ristorante del centro di Bari: gli esemplari erano di provenienza sconosciuta e senza documento di transito presso il Centro Spedizione Molluschi nonché della tarchetta ai fini della rintracciabilità. Il prodotto sequestrato ha un valore commerciale di 5mila euro ed è stato requisito per essere successivamente rigettato in mare. Il trasgressore è stato multato complessivamente con una sanzione di 2mila euro per "violazione delle norme igienico sanitarie e sulla tracciabilità del prodotto".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • 5000 ricci 5000 euro.Un euro a riccio,le vecchie 2000 lire.Pensare che negli anni sessanta se ne prendevano a centinaia e nessuno si sarebbe sognato di farteli pagare e comunque con 2000 lire ne mangiavi quanti volevi.Un altro business.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Acquisizione della Fc Bari senza raggiri", la Procura chiede archiviazione per Cosmo Giancaspro

  • Cronaca

    Assalto a furgone portavalori sull'A14: bande chiodate, catene e auto in fiamme per bloccare il blindato

  • Cronaca

    Stretta su sporcaccioni, in azione la 'squadra speciale' dei vigili: più di novecento multe in 40 giorni

  • Politica

    Comunali Bari 2019, il M5S sfoglia la rosa dei candidati sindaco: "Decisione nelle prossime settimane"

I più letti della settimana

  • Il mercato delle scommesse online spartito dalle mafie: arresti anche a Bari

  • Mafia e scommesse online, arrestato Tommy Parisi

  • Infiltrazioni mafiose nel mercato delle scommesse online: i nomi degli arrestati

  • Auto si schianta contro muretto e si ribalta: muore 30enne sulla Turi-Putignano

  • Nuovo personale per il Comune: "171 assunzioni tra dicembre e febbraio, nuovi concorsi nel 2019"

  • "C'è una bomba a mano sotto il bidone", artificieri in azione su via Amendola

Torna su
BariToday è in caricamento