Cresce la differenziata nei Comuni pugliesi: Rutigliano si riconferma in vetta tra i 'Ricicloni'

Pubblicata la graduatoria Legambiente con i dati riferiti al 2016: in tutto 31 le amministrazioni premiate. A Bari la raccolta cresce del 2% attestandosi al 37%.

Rutigliano si conferma in testa tra i Comuni Ricicloni Puglia, il dossier annuale di Legambiente, giunto alla decima edizione, per monitorare la raccolta differenziata nelle città della regione. Per la classifica 2017, composta dall'andamento registrato nel 2016, sono ben 31 i Comuni premiati con il riconoscimento, in crescita di 13 unità. Tra i baresi si segnalano, oltre al primato di Rutigliano (78,7% di raccolta differenziata), troviamo  le riconferme di Cellamare (67,3%), Cassano Murge (66,2%) e l'ingresso di Ruvo di Puglia (71,2%), Corato (65,7%) e Terlizzi (65%).

Tutti i dati baresi

Importante anche il dato di 'seconda categoria', riguardante le amministrazioni che nei primi nove mesi del 2017 hanno già raggiunto una percentuale di raccolta superiore al 65%: tra questi, con riferimento all'area metropolitana barese, troviamo Bitritto (81,6%) Turi (79,5%), Binetto (76,9%), Sammichele di Bari (76,5%), Bitetto (75,9%), Sannicandro di Bari (73,2%), Palo del Colle e Conversano (entrambi 72,2%), Acquaviva delle Fonti (71,7%), Modugno (&9,5%), Giovinazzo (69%, Casamassima (68,7%), Adelfia (68,1%), Molfetta (67,6%), Grumo Appula (65,6%). Questi dati tengono conto dell'avvio, quest'anno, del servizio porta a porta in numerosi Comuni dell'hinterland barese. Per quanto riguarda il capoluogo regionale, Bari fa segnare il 37% di raccolta nel 2016, due punti in più rispetto all'anno prima. I dati del prossimo, però, dovrebbero vedere un incremento complessivo, per via dell'introduzione, in alcune zone della città, del porta a porta che sarà implementato anche nel 2018. Aumentano i Comuni anche per la categoria Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio, ovvero con una percentuale superiore al 55% nei primi mesi del 2017: tra i baresi troviamo Mola di Bari  (63,1%), Putignano (61,4%), Polignano a Mare (60,4%), Triggiano (59,5%), Capurso (57,3%), Locorotondo (56,5%) e Noicattaro (55,5%). Per Noci anche il premio Startup. Infine, sui dati 2016, il riconoscimento agli 'Indifferenti', ovvero i Comuni con i peggiori risultati: tra questi Casamassima (8,1%) e Gravina (6,8%)

Tarantini: "Rifiuti come risorsa da valorizzare"

“La presentazione del Rapporto Comuni Ricicloni Puglia - spiega il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini -  in questi dieci anni, è stata non solo l’occasione per premiare i Comuni virtuosi ma anche un importante momento di confronto sull’importanza della gestione sostenibile dei rifiuti. La Puglia continua a procedere a piccoli passi verso la chiusura del ciclo dei rifiuti. Rimane bassa, infatti, la media percentuale di raccolta differenziata che si attesta al 41,5%, mentre il 48% dei rifiuti urbani prodotti continua a finire in discarica, anche a causa della continua rimodulazione dell’ecotassa. Il nodo più scottante resta quello dell’impiantistica, ancora oggi carente e insufficiente. Fondamentale è la realizzazione di nuovi impianti di compostaggio per il trattamento della frazione umida, destinata ad aumentare con la crescita della raccolta differenziata che, spesso, viene smaltita in impianti fuori regione. In quest’edizione salgono a 84 i comuni premiati di cui sono solo 31 quelli ricicloni. Il 2017 è l’anno dell’approvazione definitiva del pacchetto europeo sull’economia circolare, che rappresenta la vera sfida del prossimo futuro. Dobbiamo iniziare a vedere i rifiuti - conclude - come una risorsa da valorizzare, un’opportunità di crescita economica e occupazionale. È necessario che la Regione Puglia, nella revisione del piano regionale dei rifiuti, tenga conto degli obiettivi del pacchetto dell’economia circolare, puntando su un nuovo sistema di premialità e penalità che incentivi la riduzione, il riutilizzo e il riciclo dei rifiuti”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acido caustico nel succo di frutta, bimbo di 5 anni ricoverato al 'Giovanni XXIII' con ustioni a gola e stomaco

  • Cronaca

    "Contratto fermo da 4 anni e poche tutele", scioperano le guardie giurate dei servizi aeroportuali: sit-in in Prefettura

  • Cronaca

    Olio extravergine d'oliva in "pessime condizioni igieniche": sequestrate 3 tonnellate nel Barese

  • Cronaca

    Bari nella top 10 del 'Benessere climatico': pochi giorni di pioggia, ma forti raffiche di vento

I più letti della settimana

  • Violento scontro tra due auto a Palese: giovane ricoverato in codice rosso, ferite altre due persone

  • Sorpreso dal proprietario durante il furto in casa, fugge a piedi: bloccato dai carabinieri

  • Trovati con droga in macchina durante il controllo, in manette due giovani incensurati di Sammichele

  • Acido caustico nel succo di frutta, bimbo di 5 anni ricoverato al 'Giovanni XXIII' con ustioni a gola e stomaco

  • La droga da spacciare nascosta nelle mutande: 22enne in manette a Giovinazzo

  • "Paga la droga che ti ho dato", perseguita e minaccia di morte 'cliente': arrestato pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento