Approfitta del buio per abbandonare rifiuti ingombranti in strada: incivile 'in trasferta' beccato dalla Locale

L'uomo è stato multato dagli agenti in borghese del Servizio antidegrado. Lo hanno sorpreso a scaricare un frigorifero in via Pavoncelli

Gli agenti di polizia locale lo hanno colto sul fatto, mentre scaricava rifiuti ingombranti in strada. È scattata così la multa per un operaio, residente in un comune limitrofo, sorpreso in via Pavoncelli, a Bari, dagli uomini del Servizio antidegrado. Nascosti in un veicolo civetta, quando hanno visto l'uomo scaricare dal furgone un frigorifero (rifiuto pericoloso RAEE) e posizoinarlo vicino a un cassonetto, lo hanno sanzionato per 350 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allo stesso, inoltre, è stato imposto il ripristino dello stato dei luoghi con il recupero dell'elettrodomestico che dovrà essere smaltito secondo quanto disposto dalla legge ed esibita la regolare documentazione al Comando di polizia locale. "Dopo le migliaia di sanzioni comminate nello scorso anno, il comandante Palumbo - spiegano dalla Locale in una nota - come già anticipato nel corso della presentazione delle attività operative svolte nel 2019, ha rafforzato i controlli notturni in tutti i quartieri di Bari, al fine di reprimere il fenomeno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Mascherine stampate in 3D con filtro intercambiabile, il progetto parla barese: "Stiamo partendo con la produzione"

Torna su
BariToday è in caricamento