Dal San Paolo a San Girolamo, stretta contro gli 'sporcaccioni': sedici cittadini multati in un solo giorno

Proseguono le attività di contrasto della polizia locale: 8 persone sanzionate risiedono nel Comune di Modugno. L'Amiu ha ripulito alcune aree alla periferia di Fesca

Una delle strade ripulite dall'Aniu

Proseguono senza sosta i controlli anti-sporcaccioni in città, dal San Paolo ai quartieri di Fesca e San Girolamo: sedici le multe elevate complessivamente in un giorno dalla Polizia locale nei confronti di altrettanti cittadini che non hanno gettato correttamente i rifiuti o effettuato in modo non corretto la raccolta differenziata. In particolare, al San Paolo, 4 verbali da cento euro ciascuno per conferimento fuori orario e 6 per mancata raccolta differenziata. Ben 8 cittadini multati sono residenti nel Comune di Modugno. Sei, invece, le sanzioni tra Fesca e San Girolamo, dove a dicembre è stato avviato il porta a porta: nel dettaglio si tratta di 2 multe per abbandono dei rifiuti nelle campagne e 4 per abbandono su sede stradale. Sul fronte pulizia e decoro, a cura di Amiu Puglia, sono stati rimossi i rifiuti lungo strada del Tesoro che collega San paolo e Fesca. Spostati anche i cassonetti per la raccolta dei rifiuti dalle vie limitrofe alle aree rurali (come in via Bellomo al San Paolo), per scoraggiare l'avvicinamento dei cinghiali, come indicato nei giorni scorsi dall'Ispra, nell'ambito delle attività per combattere il fenomeno.

Petruzzelli: "Inflessibili con chi sporca"

“Come avevamo annunciato - commenta l'assessore cittadino all'Ambiente, Pietro Petruzzelli - stiamo mostrando molta tolleranza nei confronti dei cittadini di Fesca e San Girolamo, alle prese da pochi giorni con il nuovo sistema di raccolta porta a porta. Allo stesso tempo devo ammettere che la tolleranza è ben ripagata, perché si stanno comportando decisamente bene, come dimostrano i primi dati sulla differenziata registrati in quella zona che si attestano sui 78, 13%. Continueremo, invece, a essere inflessibili - aggiunge - verso chi sporca, non rispetta l’ambiente e danneggia il nostro territorio. È un comportamento inaccettabile e irrispettoso delle regole base del vivere civile. A questo punto mi auguro che le sanzioni possano far riflettere più di quanto non siano stati in grado di fare centinaia di attività, eventi e campagne portate avanti sul tema negli ultimi tre anni e mezzo. Naturalmente continueremo a sensibilizzare la cittadinanza sugli accorgimenti da assumere per effettuare una corretta raccolta e sui benefici derivanti dalla differenziata, perché crediamo fermamente nel confronto e nella costruzione collettiva di un cambiamento epocale per la nostra città”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Per questo gli abitanti del Comune di Modugno non volevano l'inceneritore. Tanto loro i rifiuti li buttano per strada nel limitrofo comune di Bari!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acido caustico nel succo di frutta, bimbo di 5 anni ricoverato al 'Giovanni XXIII' con ustioni a gola e stomaco

  • Cronaca

    "Contratto fermo da 4 anni e poche tutele", scioperano le guardie giurate dei servizi aeroportuali: sit-in in Prefettura

  • Cronaca

    Bari nella top 10 del 'Benessere climatico': pochi giorni di pioggia, ma forti raffiche di vento

  • Cronaca

    Fornisce false generalità durante il controllo: arrestato il 18enne Sabino Capriati, era ricercato dopo fuga da una comunità

I più letti della settimana

  • Violento scontro tra due auto a Palese: giovane ricoverato in codice rosso, ferite altre due persone

  • Sorpreso dal proprietario durante il furto in casa, fugge a piedi: bloccato dai carabinieri

  • Trovati con droga in macchina durante il controllo, in manette due giovani incensurati di Sammichele

  • La droga da spacciare nascosta nelle mutande: 22enne in manette a Giovinazzo

  • "Paga la droga che ti ho dato", perseguita e minaccia di morte 'cliente': arrestato pregiudicato

  • Incidente ferroviario alle porte di Foggia: Frecciabianca diretto a Bari e Lecce fermo sui binari

Torna su
BariToday è in caricamento